Perché il lancio di Google Stadia è stato un fiasco? (video opinione)

Nicola Ligas -

Google Stadia è tra noi, più o meno. Le Founder’s e Premiere Edition stanno arrivando in questi giorni ai primi acquirenti, ma già le recensioni nazionali ed internazionali sono impietose. Stadia ha collezionato una pioggia di voti bassi un po’ ovunque (noi abbiamo potuto fare solo un’anteprima – ma la recensione completa arriverà a breve – dato il poco tempo a disposizione; in Italia solo 3 testate online e 4 cartacee hanno avuto più tempo per provare il servizio), eppure, leggendo quelle stesse recensioni, ci sono anche un sacco di lodi. E allora cos’è successo?

Fondamentalmente, pur con un minimo di variabilità, le critiche sono sostanzialmente due. Da una parte mancano ancora tantissimi tasselli di Stadia. Su smartphone funziona solo sui Pixel e solo in Wi-Fi, non c’è integrazione con YouTube, i giochi disponibili sono solo 22, il 4K è solo con Chromecast Ultra, il multiplayer non è cross platform, e mancano sistemi completi di leaderboard, chat vocale e altro. Il servizio è insomma incompleto, a dir poco, ma la colpa di questo è di Google, nel senso che l’azienda ha sempre parlato di “lancio“. Sarebbe bastato dire “accesso anticipato” o addirittura “beta“, e tutte queste critiche non avrebbero ragion d’essere. E sia chiaro che, allo stato attuale, Google Stadia è una beta.

Stadia è in beta, allo stato attuale

Mettendo quindi un attimo da parte questa prima serie di critiche, ce ne sono altre che a parer nostro sono più importanti, e riguardano la qualità del gioco. Qui i pareri sono più eterogenei. In generale tutti concordano sul fatto che Stadia funzioni. Questo significa che il lag è contenuto, che non ci sono artefatti o perdite eccessive di compressione e che il flusso di gioco è costante, a 1080p, 60 fps. Da questo punto di vista Stadia è il miglior servizio di cloud gaming che ci sia mai stato. Il problema è che ancora il 4K@60fps promesso sembra un po’ un miraggio. Lo stesso Destiny 2, uno dei titoli inclusi con Stadia Pro, è in pratica un full HD scalato in 4K, e la differenza in effetti si vede. Ci sono anche alcuni che lamentano una qualità generale visiva non al pari con il rendering in tempo reale che avrete con un PC/console equivalente.

Ci sono insomma problemi tecnici, che ancora una volta possiamo imputare alla “beta”, ma che a maggior ragione andranno risolti. Perché se il catalogo dei giochi è ovvio che col tempo si espanda, così come tutte le altre funzioni discusse due paragrafi sopra, se Stadia non fosse davvero in grado di garantire quella buona qualità in 4K@60fps che prometteva, allora sì che saremmo di fronte ad un fiasco.

Google non sa lanciare nuovi prodotti, ma questa non è una giustificazione

Google non è mai stato bravo con i lanci, e quello dei Pixel 4 di quest’anno, vessato dai troppi leak dei mesi precedente, ne è l’ennesima riprova. Con Stadia è successa la stessa cosa. Non va bene, sia chiaro, ma possiamo anche passarci sopra, se Stadia saprà fare ciò che ha promesso. Non adesso, ovviamente, ma nel momento del suo “vero” lancio, quello in cui arriverà Stadia free, la versione gratuita che chiunque (speriamo anche grazie a qualche titolo free to play) potrà provare. Quello sarà il vero lancio che Google non potrà sbagliare e che sì, potrebbe affossare il servizio se fatto nel modo sbagliato.

E quando arriverà quindi questa agognata versione gratuita di Stadia? Non lo sappiamo, perché Google non l’ha mai annunciato; tanto per continuare a non fare le cose a modo. Così ad intuito potremmo ipotizzare che finiti i 3 mesi di Stadia Pro concessi “in regalo” ai primi acquirenti, allora potrebbe arrivare anche Stadia Free, quindi verso fine febbraio; ma è appunto solo una speranza e poco più. Quel che è certo è che nel Natale 2020 ci saranno le console di nuova generazione (PS5 e Project Scarlett), e per allora Stadia dovrà essere già rodato, se vorrà essere il prossimo treno su cui saliranno i (casual) gamer. Altrimenti, potrebbe pensarci qualcun altro.

  • Daniele

    Sarei curioso di sapere la gente cos’ha da lamentarsi delle prestazioni, a solo 10 euro di abbonamento possono giocare a giochi impensabili fino ad ora senza avere hardware da gaming ad un ottima qualità. Cosa pretendono il top del top senza sganciare un soldo e la pappa pronta ? Non mi sembra nemmeno giusto sinceramente.

    • Okazuma

      La gente infatti nn si lamenta delle prestazioni ma di tutto il resto.
      Se vedi il video (verso metà) capisci perché ci sono voti negativi.
      È un lancio “alla Google” quindi fatto male e con roba che arriverà non si sa quando.

      • Daniele

        Queste cose arriveranno, la piattaforma è appena uscita e migliorerà in futuro con la possibilità di giocare su più dispositivi, di avere il 1080p gratuito e con sempre un maggior numero di giochi tra cui alcune esclusive. Ci sta però effettivamente gente che si lamenta che il 4K non sia nativo o che alcuni giochi non raggiungano 60 FPS con il massimo dei dettagli invece dovrebbero essere più che soddisfatti data la spesa inferiore a qualsiasi console piuttosto che pretendere.

      • che poi lamentarsi perchè non si possono fare gli screen o per gli obbiettivi non visualizzati o perchè ti si stacca il gioco dopo 5 minuti di inattività in questa fase di lancio mi sembra veramente trollismo allo stato puro visto che il servizio è stato si pagato ma diciamo pure omaggiato, perchè vi ricordo che 79€ di chromecast ultra+ 69€ di pad fanno 148€ e non 129, in piu si hanno 3 mesi di questo servizio da provare che sarebbero altri 30€ per un totale di 178€.. io ne ho pagati solo 129€.. dico ok lamentarsi ma chi lo fa lo fa con pregiudizio verso qualcosa che non “conosce” e che non ha provato.

        • RiccardoC

          tra l’altro anche Diablo 3 (che non è in streaming ma è comunque in online permanente) ti disconnette dopo N minuti di inattività (non ricordo se 5 o 10). Non ci vedo nulla di male insomma, perché devi tenere impegnate risorse se non stai giocando?

    • Lorenzo Luparini

      Io l’ho provato per 6 ore oggi e non posso che ritenermi soddisfatto giocare su smartphone è stato davvero bello, in attesa del pacco con il Chromecast e il controller non posso che ritenermi soddisfatto, è un servizio appena nato ed ha un potenziale enorme!

      • Daniele

        A me basta che non elimini gli altri modi di giocare.

  • LucaP

    Ahahah mi chiedo chi vi abbia commissionato questo articolo farcito di imprecisioni qualunquismo e banalità…

    • La stessa persona che ha commissionato il tuo commento farcito di… nulla!

      • LucaP

        concordo in pieno!

  • Come detto su youtube, questo è il primo articolo con giudizio imparziale e politicamente corretto che vedo, perchè ne ho visti almeno 2/3 altrove privi di fondamento che cavalcavano l’onda dei flame per fare click bait, una pratica molto in voga ultimamente.. almeno si documentassero prima..

  • Andrea Di Clemente

    io sto giocando il dlc nuovo di destiny su pc con dualshock 4 collegato col bt e mi ritengo molto soddisfatto lato input lag, per ora gli unici difetti che mi sono capitati sono alcuni mob che fanno elastico quando muoiono e l’emblema di caricamento di destiny che parte sempre pixelato per poi definirsi.
    oggi dovrebbe arrivarmi il pad col chromecast ultra cosi potrò provarla come google vuole vada provata e vediamo.

    • ottimo, vediamo questo fine settimana come si comporta 😉

    • RiccardoC

      appunto se non ti interessano le cose accessorie tipo chat e boiate varie (sono old school, perdonami) mi pare che non sia affatto male. Personalmente aspetterò qualche mese ed in particolare l’uscita della versione free e di Baldur’s Gate 3 probabilmente

  • RiccardoC

    ma sono l’unico a cui fosse chiaro che chi aveva preso la founders/premiere avrebbe avuto una beta? Il vero banco di prova sarà nei prossimi mesi, quando completeranno e rifiniranno il lavoro, ma da che mondo è mondo gli early adopters sono quelli che si beccano le maggiori sfighe.
    Stadia ha il potenziale per essere una rivoluzione, ma se non esce a breve una esclusiva di livello (anche a tempo limitato, di 1-2 mesi) penso proprio che il rischio flop sia molto alto; da sempre il successo di una piattaforma è legato alla presenza di contenuti esclusivi di qualità

    • Ti dirò, anche per me (conoscendo Google) era abbastanza evidente, ma ciò non toglie che andasse esplicitato più chiaramente e che nel corso dei mesi le feature al lancio anziché aumentare siano diminuite

      • RiccardoC

        ok ma che senso avrebbe mettere su un sistema pienamente funzionale e completo in ogni sua caratteristica per quei quattro gatti che hanno sottoscritto la founder o la premiere, che sono almeno fino a Febbraio gli unici che usufruiranno del servizio? Magari non usiamo la parola “beta”, ma “anteprima” o “sneak peek” direi che ci sta tutta…

  • Marco

    Io sto giocando su Stadia e lo trovo impressionante, nessun input lag. Secondo me è come deve essere non ho nulla di cui lamentarmi. Probabilmente tutte le critiche arrivano da chi si aspettava una cosa perfetta al lancio, cioè gente che non ha capito nulla del mondo…

    • Che connessione hai?

      • Marco

        100mega