E se Google stesse lanciando un proprio servizio streaming di giochi a pagamento?

Vincenzo Ronca

Sembra che Google si stia interessando al mondo del gaming più di quanto non dimostri apertamente, e presto potrebbe addirittura lanciare un proprio servizio streaming di giochi in abbonamento. Quindi concentrandosi non tanto sul lato hardware ma più su quello dei contenuti.

Stando a quanto riportato da Kotaku, il servizio streaming dovrebbe offrire contenuti gaming senza la necessità di scaricare in locale decine di GB. Google in quest’ultimo aspetto può competere benissimo grazie ai suoi tanti data center sparsi per il mondo, i quali offrirebbero una stabile copertura.

LEGGI ANCHE: le migliori novità Netflix di luglio

La piattaforma streaming si chiamerebbe Yeti, della quale già vi abbiamo parlato qualche tempo fa, la quale oggi torna alla ribalta grazie a nuovi dettagli emersi in rete: il servizio potrebbe permettere di giocare in una semplice scheda di Google Chrome o, addirittura, attraverso un’estensione di YouTube con la possibilità di attivare un overlay sullo schermo all’occorrenza.

L’interesse di Google in questi termini è stato osservato anche agli ultimi Game Developers Conference ed al E3, durante i quali sarebbero state intavolate diverse discussioni con i grandi produttori di videogiochi per valutare l’interesse verso un’eventuale piattaforma streaming. A supportare tutto questo, vi ricordiamo che Google sta anche assumendo sviluppatori di videogiochi direttamente dai suoi ipotetici competitor, prima fra tutti Phil Harrison.

Ribadiamo che al momento si tratta soltanto di interpretazioni e informazioni trapelate in rete, Google non si è ancora espressa direttamente in merito alla questione. Torneremo ad aggiornarvi appena emergeranno ulteriori novità.

Via: 9to5google