Halo Infinite è stato posticipato al 2021: grossi guai per Xbox Series X in vista del debutto

Edoardo Carlo Ceretti

Lo scenario più temuto da parte di Microsoft alla fine è diventato realtà: Halo Infinite, il gioco che più di tutti avrebbe dovuto spingere le vendite al day-one della nuova console Xbox Series X, è stato ufficialmente rimandato al 2021.

Ad annunciarlo, tramite una nota su Twitter, è stata la casa di sviluppo del titolo, 343 Industries, che ha spiegato come l’emergenza sanitaria e lo smart working forzato abbiano giocato un ruolo chiave in questa decisione. Non è nemmeno da escludere che qualcuno, in seno a Microsoft, abbia ritenuto Halo Infinite non all’altezza della situazione, alla luce del primo e molto discusso video di gameplay, e quindi che abbiano preferito prendersi più tempo per dare al grande pubblico il gioco che si merita.

LEGGI ANCHE: Microsoft conferma la finestra di lancio di Xbox Series X e il suo parco titoli

Qualsiasi siano le cause, la conseguenza principale è una e una sola: Xbox Series X si ritroverà a novembre – periodo che tutti indicano come quello di lancio della next gen – a dover battagliare contro la corazzata PS5, con armi spuntate e pressoché inoffensive, almeno dal punto di vista del parco titoli. Urgono quindi contromisure, per rischiare di non perdere da subito terreno prezioso.

Via: Eurogamer