iFixit ha smontato la “nuova” Nintendo Switch: ecco cosa cambia (foto)

Matteo Bottin Spoiler: a prima vista, poco o nulla

A metà luglio Nintendo ha presentato la “nuova” Nintendo Switch, una revisione dell’attuale console di punta con ben il doppio dell’autonomia rispetto alla versione precedente. Nuova batteria interna? No, piccoli cambiamenti interni. Per notarli tutti, iFixit ha deciso di smontarla e confrontarla con il “vecchio” modello del 2017.

Innanzitutto, se volete comprare il nuovo modello di Switch ci sono alcuni dettagli che possono darvi una mano per non sbagliare: la nuova confezione ha uno sfondo rosso uniforme (lo vedete in copertina o in galleria), e il numero seriale sulla scatola dovrebbe iniziare con “XKW“. Se doveste comprare una Switch usata, occhio al numero del modello sul retro: la revisionata è “HAC-001(-01)“, dove la versione precedente è senza il “(-01)”.

Dunque, cosa cambia? Beh, la batteria rimane esattamente la stessa, ma cambiano la CPU e i chip della RAM: la prima è sempre una NVIDIA Tegra X1, ma secondo iFixit si tratta della versione a 16 nm T210B01 (contro i 20 nm della vecchia versione), e questo calo aiuterebbe considerevolmente l’autonomia. La RAM invece passa dal LPDDR4 al più efficiente LPDDR4X.

LEGGI ANCHE: Gamestop svela il prezzo italiano di Nintendo Switch Lite: poteva andare peggio!

Per il resto, le due versioni sono identiche. Ovviamente, se foste in procinto di acquistare una Nintendo Switch, fate attenzione ai dettagli: chi vorrebbe restare a secco di autonomia per un acquisto sbagliato?

Fonte: iFixit