Con la quarantena l’Italia si è riscoperta videogiocatrice: boom di vendite per il settore

Matteo Bottin -

Non è semplice passare il tempo quando si è confinati in casa a causa della quarantena. È molto più semplice farlo se è possibile portare avanti qualche attività stimolante. Tra queste c’è, ovviamente, il settore gaming. Secondo i dati rivelati da GfK la crescita di questo settore, nel mese di marzo, è stata assolutamente considerevole.

In particolare, l’azienda ha rilevato, rispetto a marzo 2019:

  • Un aumento del 67% delle vendite di console
  • Un aumento considerevole riguardante gli accessori:
    • +15% per i gamepad
    • +478% per le sedie da gaming
    • +104% per i volanti da gaming
  • Un aumento del 31% come numero di portatili da gaming venduti, e un aumento del 20% di valore

Il tutto si è riversato sul tempo dedicato al gaming online (su mobile e PC): +9%. Un incremento considerevole, soprattutto se si considera che la maggior parte dei giocatori aveva già tutto il necessario a casa (e quindi non ha dovuto acquistare nuovo hardware).

LEGGI ANCHE: 10 giochi gratis per non annoiarsi in quarantena (PC, PS4, Xbox, Switch)

Ricordiamo che tutti questi dati sono riferiti al solo mercato italiano, e il periodo di riferimento è quello compreso tra il 2 e il 29 marzo, ovvero comprende anche un periodo (una settimana) nel quale il lockdown non era attivo su tutta la penisola. Maggiori informazioni possono essere reperite sul sito ufficiale di Growth from Knowledge.

Aggiornamento

Abbiamo parlato della notizia anche nel nostro podcast, SmartWorld News.