Il Pro Controller economico per Nintendo Switch, la nostra prova

Giorgio Palmieri -

Quando si parla di accessori Nintendo, dio solo sa quanto il colosso di Kyoto se li faccia pagare. L’utilità poi è tutta un’altra materia di discussione, ma ce n’è uno di vitale importanza per un possessore di Nintendo Switch che non può fare a meno del gioco classico: il robusto Pro Controller.

Del modello originale ne abbiamo già parlato, elogiando l’ergonomia, il feedback dei pulsanti e l’autonomia. La critica principale verteva ovviamente sul prezzo di lancio, che ammontava a ben 69,99€. Sui canali dell’e-commerce si trova a qualche euro in meno, eppure la spesa rimane importante, e di offerte non c’è ombra.

In nostro soccorso arriva (prendete un po’ d’aria) lo LREGO Wireless Controller, Manopola Wireless Bluetooth per Nintendo Switch, un refuso derivante da una traduzione evidentemente sbagliata, pertanto ci riferiremo a lui come “variante economica”. Si tratta, in buona sostanza, di una replica di quello ufficiale, che non emula alla perfezione le sue forme, anzi, mantiene comunque una sua identità, per certi versi simile al batarang de Il Cavaliere Oscuro.

La sensazione “plasticosa” di prodotto modesto la emana, ma si tiene in mano che è un piacere, e lo abbiamo preferito al Joy-Con Grip. Siamo rimasti stupiti pure dall’autonomia: la batteria può reggere fino a 20 ore di tempo, con un tempo di carica di circa 2. I nostri test non si allontanano troppo da queste stime, e possiamo dirvi che assicura almeno 8 ore di gioco consecutive.

La dotazione di tasti sfoggia tutto quello di cui avete bisogno, sensori di movimento inclusi: invero, i grilletti sono leggermente più tosti della media, mentre il resto svolge egregiamente il proprio mestiere, con gli stick analogici che non contemplano latenza. L’unica, reale differenza risiede nel pulsante Turbo, del quale non riusciamo a capire l’utilità.

A sinistra, il LREGO Wireless Controller; a destra, il Pro Controller ufficiale.

Il primo collegamento non è intuitivo, o, quantomeno, non lo è stato durante la nostra prova. Bisogna innanzitutto recarsi nella sezione “controller” dalle impostazioni di Nintendo Switch, poi “cambia impugnatura/ordine”, premere il pulsante “Home” per circa 5 secondi, attendere che la luce dei Led centrali lampeggi, rilasciare il tasto, e aspettare. Nel caso la sincronizzazione non dovesse andare a buon fine, vi consigliamo di riavviare la console e riprovare, e di lasciare il gamepad fermo, mentre lampeggia, anche per un intero minuto.

Veniamo ai problemi di questa variante economica: prima tra tutti, la vibrazione. Il motorino che gestisce le scosse interne ricorda molto quello dei mezzi a due ruote di un tempo, almeno da un punto di vista sonoro. Scherzi a parte, il rumore non è affatto silenzioso, e giocare in una stanza insieme ad un’altra persona che sta facendo tutt’altro, nel silenzio, potrebbe un pelino infastidirla. Come potrebbe infastidire pure voi, sia chiaro. La vibrazione è davvero troppo forte, e non sfrutta le intensità: quella è, quella rimane, a prescindere dalla sequenza che state affrontando in un videogioco. Per fortuna la funzionalità può essere disattivata, nel caso in cui sia seccante per il vostro livello di tolleranza.

Il secondo, grave grattacapo del LREGO Wireless Controller è la compatibilità. Ogni volta che Nintendo aggiorna il firmware di Switch, il gamepad probabilmente smetterà di funzionare. Il produttore, per ovviare al problema, offre un software tramite il quale è possibile aggiornare anche il controller stesso. Bisogna, in sostanza:

  1. Accedere al sito ufficiale (qui) e scaricare il pacchetto di file;
  2. Preparare il gamepad all’aggiornamento premendo “freccia su” e “B” contemporaneamente, per poi collegarlo al PC tramite un cavo Type-C compatibile con il trasferimento dati (quello incluso nella confezione permette esclusivamente la ricarica);
  3. Rilasciare i pulsanti, cliccare su “Updater Tool”, poi “OpenBinFile”, selezionare “2.backup file.bin”, e infine “Download”.

Questa operazione, salvo complicanze o differenze, bisognerà rifarla ogniqualvolta Nintendo deciderà di pubblicare una nuova versione del firmware della console. Il produttore si è dimostrato abbastanza celere durante i nostri test, tanto da sviluppare un aggiornamento in tre giorni, durante i quali non potevamo utilizzare questa variante economica, almeno su Switch. Prima delle conclusioni, vi informiamo che il gamepad in questione è disponibile su Amazon al prezzo di 24,99€, con una confezione al cui interno spunta un piccolo manuale e un cavo USB Type-C per la sola ricarica.

Acquistare LREGO Wireless Controller, quindi, significa assumersi un rischio. Da un lato, offre quel buon compromesso che un prodotto economico di buona fattura dà, visto che la periferica fa il suo dovere, offrendo un’ergonomia piacevole, una comodità tangibile e tutta la dotazione di tasti del modello originale. La vibrazione eccessiva e la problematica della compatibilità fa di questa variante non ufficiale una possibile incognita: qualora il produttore dovesse smettere di aggiornare il gamepad ad ogni nuovo firmware di Nintendo Switch, diventerebbe inutilizzabile. Ribadiamo che quello di LREGO è un prodotto più confortevole del Joy-Con Grip: se siete disposti a scendere a patti con i problemi segnalati, questa potrebbe essere una soluzione degna, una via di mezzo più che gradevole. Se il prezzo alto del Pro Controller ufficiale non vi spaventa, optate per quello: come disse un saggio molto tempo fa, una volta va fatta la spesa. Tanto vale farla bene.

LINK UTILI: Recensione Pro Controller ufficiale | Acquisto variante economica | Aggiornamento variante economica