Il mercato italiano dei videogiochi aumenta il peso internazionale con l'ingresso di Riot Games tra i soci

Il mercato italiano dei videogiochi aumenta il peso internazionale con l'ingresso di Riot Games tra i soci
Roberto Artigiani
Roberto Artigiani

IIDEA, l'associazione che rappresenta l'industria dei videogiochi in Italia, ha annunciato l'ingresso tra i suoi soci di un nuovo nome di peso e spessore internazionale: Riot Games. L'adesione permetterà nuove connessioni strategiche e si traduce in un certo aumento di peso specifico a livello internazionale del settore italiano.

Come dichiarato da Carlo Barone, Brand Manager per il nostro Paese di Riot Games, l'ingresso in IIDEA rappresenta "non solo un segnale al mercato italiano del rinnovato interesse e focus, ma anche la voglia di mettersi in prima linea per affrontarne insieme le problematiche che ancora lo frenano, soprattutto in ambito esports, ma non solo, e aiutarne entro le nostre possibilità lo sviluppo a 360 gradi".

Riot Games è stata fondata nel 2006 come software house dedicata allo sviluppo di videogiochi incentrati sull'esperienza degli utenti e si è fatta un nome con League of Legends, uno dei titoli più popolari a livello globale. IIDEA invece lavora per promuovere gli operatori italiani in Italia e all’estero e per facilitare l’accesso al mercato nostrano degli operatori stranieri. È responsabile di diverse iniziative per valorizzare il settore come gli Italian Video Game Awards, il Games Industry Day (forum tra industria e istituzioni) e First Playable (evento business per sviluppatori indipendenti).

Commenta