Niente scherzi, Sony cambia le regole per i rimborsi sul PlayStation Store USA, in arrivo novità anche per l’UE?

Roberto Artigiani

Anche se oggi è giornata di pesci d’aprile sembra che Sony sia seria nell’annunciare un cambio di regole per i rimborsi sul PlayStation Store. Le nuove regole riguardano anche la possibilità di cancellare le prenotazioni e, almeno per il momento, sembrano essere valide solamente per gli Stati Uniti. Infatti, dal momento che ogni area geografica ha i suoi regolamenti, la novità potrebbe anche non riguardare l’Europa.

In buona sostanza d’ora in poi è possibile richiedere il rimborso per gli acquisti digitali entro 14 giorni dalla data di acquisto a patto però che il software non sia stato scaricato e che il download non sia stato neanche avviato. Se invece l’operazione di scaricamento è già avvenuta il rimborso è contemplato solo nel caso in cui il gioco sia ufficialmente riconosciuto come difettoso.

LEGGI ANCHE: I migliori e peggiori pesci d’aprile 2019

L’altra novità riguarda la possibilità di cancellare una prenotazione di un contenuto digitale, per cui si applicano le medesime regole che valgono anche per contenuti aggiuntivi e Season Pass. Se invece il titolo non è ancora uscito la prenotazione può essere cancellata in qualsiasi momento ricevendo il rimborso sul portafogli PSN. Ultima nota per il cambio di nome dell’account: manca una conferma ufficiale, ma a quanto pare presto arriverà anche questa operazione.

Via: MultiplayerFonte: PlayStation (1), (2)