Margini di guadagno più alti per Switch OLED? Nintendo nega (ovviamente)

Margini di guadagno più alti per Switch OLED? Nintendo nega (ovviamente)
Giuseppe Tripodi
Giuseppe Tripodi

Qualche giorno fa, un articolo di Bloomberg aveva ipotizzato che produrre la nuova Switch OLED costasse solo 10$ in più a Nintendo. Takashi Mochizuki, autore del report, aveva fatto un po' di conti: il nuovo display OLED prodotto da Samsung costerebbe dai 3$ ai 5$ in più rispetto a quello della Switch originale, altri 3,5$ in più verrebbero dalle nuove memorie da 64 GB e qualche altro dollaro in più per porta LAN e nuovo dock.

Insomma, secondo Mochizuki, il costo di produzione delle nuove console portatili di Nintendo sarebbe di circa 10$ in più del precedente modello, mentre il prezzo di vendita (negli USA) è di 50$ più elevato della Switch base, una console di 4 anni fa (2017).

Il report di Bloomberg evidenziava come si trattasse di una mossa insolita: nel mercato videoludico, le console tendono a subire importanti tagli di prezzo dopo qualche anno dal lancio. Al contrario, la console di Nintendo non solo ha mantenuto un prezzo quasi invariato in questi 4 anni, ma la nuova versione costa 50$ in più senza introdurre delle grandi innovazioni in termini hardware (con buona pace per chi sperava nel display 4K).

L'articolo di Mochizuki non è andato a genio a Nintendo, che sul suo account principale di Twitter (che di solito twitta in giapponese) ha smentito che la nuova Switch OLED porti maggiori margini all'azienda. Inoltre, la società nipponica ha voluto precisare anche che attualmente non ci sono piani per un nuovo modello.

Commenta