Nintendo Switch Mini: display full HD e migliore autonomia, perfetta per Google Stadia?

Edoardo Carlo Ceretti

Google Stadia è uno degli argomenti che più sta tenendo banco nel mondo videoludico nel corso degli ultimi mesi, spaccando l’opinione pubblica fra entusiasti e scettici. Un altro rumor che sta tenendo col fiato sospeso tanti appassionati di videogiochi è quello che riguarda Nintendo Switch Mini, la presunta versione ridotta della console ibrida della grande N. Inaspettatamente però, i due progetti potrebbe convergere, tanto da intersecarsi e giovare l’uno della fama dell’altro.

È l’ipotesi lanciata da Forbes, che ha diffuso nuove indiscrezioni relative a Nintendo Switch Mini. Secondo quanto riportato, la nuova console non sarebbe soltanto una versione rimpicciolita dell’attuale Switch, ma vanterebbe un chip NVIDIA Tegra rinnovato, capace di offrire migliori prestazioni grafiche e un’autonomia più estesa. E il display seguirebbe di pari passo questo upgrade, dato che la risoluzione nativa potrebbe arrivare a 1.080p.

LEGGI ANCHE: Pokémon Spada e Scudo escono il 15 novembre

Come già intravisto qualche giorno fa, Nintendo Switch Mini potrebbe anche abbandonare i joy-con staccabili, integrando i comandi in una monoscocca, più semplice ed economica da realizzare, garantendo dunque dimensioni generali più ridotte e una maggiore propensione alla portabilità.

Queste nuove caratteristiche – ovvero corpo più compatto, display full HD, autonomia maggiorata e prezzo aggressivo – potrebbero tramutare Nintendo Switch Mini nel dispositivo perfetto per Google Stadia. Da un lato perché Google, lanciando un servizio così innovativo, necessiterebbe di un nome altisonante come quello di Nintendo per attirare a sé l’attenzione del grande pubblico, dall’altro perché il punto focale di Stadia sarà proprio la possibilità di giocare ovunque ci si trovi e una Switch Mini sarebbe il veicolo perfetto per questa nuova filosofia. Solo una suggestione estiva, oppure qualcosa di più?

Fonte: Forbes