Non riuscite a trovare una PS5? Tutta colpa della mancanza di semiconduttori

Vito Laminafra

Il lancio della console next-gen di Sony è stato caratterizzato soprattutto dalla carenza di scorte in negozio, sia fisico che online, che ha portato a una rivendita forsennata a prezzi folli da parte dei pochi utenti che erano riusciti ad acquistarne una PS5.

LEGGI ANCHE: Recensione PS5

Sony è tornata a parlare proprio dei problemi legati alla produzione di PlayStation 5, dando la colpa alla carenza di semiconduttori. L’azienda giapponese infatti, non riesce a produrre abbastanza console per tutti i potenziali clienti poiché chip e altre componenti hardware sono praticamente introvabili, stessa problematica che ha portato alla carenza di schede video di ultima generazione.

Nonostante questo, non si può dire che il lancio di PS5 sia stato un insuccesso: le console spedite da Sony, a fine 2020, sono ben 4,5 milioni, valori del tutto simili a quelli del lancio di PS4, anche se la richiesta da parte degli utenti è ancora molto alta, per cui questi numeri sono destinati solo a salire nel tempo. Buoni anche i ricavi derivanti dalla vendita dei giochi: il 63% di essi proviene dalle versioni digitali.

Sony conclude poi promettendo ai futuri acquirenti di PlayStation 5 di star facendo il possibile per massimizzare la produzione di console, in modo tale da aumentare le scorte al più preso.

Via: Arstechnica