Non ci capisco nulla di golf, ma PGA Tour 2K21 è un ottimo gioco!

Lorenzo Delli No, davvero!

Non mi pesa ammettere di non capirci nulla o quasi di golf. Se pensate che sia sufficiente afferrare una mazza e colpire la pallina finché non centrate la buca… beh, avete sbagliato sport. Ci sono più tipologie di mazze, diversi tipi di terreno e/o ostacoli, movimenti ben precisi da effettuare, regole da imparare e quant’altro. Ma vi basterebbe farvi un giro con PGA Tour 2K21 per capirlo. Non si tratta del classico gioco di golf alla Neo Turf Masters. O meglio, con qualche accortezza può diventarlo, il che ci porta dritti ad affrontare un tema interessante. Si può imparare a giocare a golf con PGA Tour 2K21? La risposta a questa domanda è simile a quella che si potrebbe dare a chi chiede “è possibile imparare a pilotare un aereo con Flight Simulator?”: sì e no.

Diciamo che il nuovo capitolo della serie golfistica pubblicata da 2K Games e sviluppata da HB Studios Multimedia Ltd. può fornirvi un aiuto concreto a capire tutte le regole del golf, a imparare a giocare da un punto di vista teorico, e anche a capire come sono strutturati i tornei più attuali o comunque partite ad alti livelli.

LEGGI ANCHE: Disponibile la demo di NBA 2K21

Da qui a capire come impugnare correttamente una mazza nella vita reale ed imparare a colpire la pallina con lo scopo di mandarla in un punto preciso ce ne corre di strada! Un discorso del genere lo si può tranquillamente fare anche per Flight Simulator. Nei commenti ad un nostro post Facebook un pilota ha candidamente ammesso di aver imparato la teoria del volo strumentale proprio con il simulatore di Microsoft.

Questo giusto per dirvi che sottovalutare i giochi simulativi, come lo è appunto PGA Tour 2K21, potrebbe essere un errore. Allo stesso tempo però, grazie a tutta una serie di parametri di difficoltà scalabili, il nuovo PGA Tour può essere impostato come un’esperienza dalla vena leggermente più arcade. Anche perché, se siete completamente a digiuno della materia come nel mio caso, potrebbe non essere una brutta introdurre gradualmente le varie meccaniche in modo da apprendere gradualmente come funziona il tutto.

E il bello è che non ci sono solo quelle tre modalità che vedete nell’immagine sovrastante. Sono in tutto 6 i gradi di sfida previsti, oltre a tutti quelli impostabili decidendo voi quali parametri attivare o disattivare. Qualsiasi sia il vostro livello, sarete comunque introdotti al gameplay (e al golf) con un ampio tutorial sottotitolato in italiano. Anche il vocabolario è importantissimo. Avete idea di cosa sia uno spin applicato alla palla e di che differenza ci sia tra un hook o un draw? No? Ecco, vi consiglio caldamente di non saltare neanche un punto del tutorial.

Passato il tutorial, ovvero quella fase in cui i neofiti avranno ancora una discreta confusione in testa vista la valanga di nozioni e meccaniche, vi troverete di fronte ad un editor del personaggio da fare invidia al più blasonato dei giochi di ruolo. PGA Tour 2K21 è tutto in terza persona, e gli sviluppatori hanno fatto di tutto per farvi sentire al centro del gioco, permettendovi appunto di creare un avatar potenzialmente identico a voi stessi. Per i più pigri ci sono ovviamente modelli pre-impostati, ma parte del divertimento è anche sbloccare il vestiario con cui agghindare il giocatore.

Superata questa prima fase di apre un mondo di possibilità. Potete gettarvi a capofitto nella FedExCup, la competizione ufficiale del campionato golfistico che vi fa sfidare 12 controparti virtuali dei giocatori più forti del mondo. Altrimenti potreste dedicarvi alla modalità carriera, dotata di 15 campi da golf sotto licenza ufficiale. O ancora partite singole, ottime per imparare a capirci qualcosa e consolidare le conoscenze trasmesse dal tutorial, online multiplayer, con partite private o con matchmaking. Lato online è anche possibile fondare un circolo (Online Societies), organizzando tornei e stagioni con regole personalizzare, requisiti di ingresso, handicap e altro.

E, dulcis in fundo, il tool preferito da i veri appassionati: l’editor di creazione dei campi da golf. Ci sono due generi di giocatori: quelli che amano gli editor e quelli che si scoraggiano appena li aprono. Se fate parte della seconda categoria potrete mettere mano alle creazioni degli altri giocatori. Da non sottovalutare anche per cercare tutti quei campi da golf più o meno celebri che non sono stati ceduti in licenza a 2K Games.

In tutto ciò il comparto grafico è più che gradevole. Nel nostro caso abbiamo avuto modo di provare con mano la versione PC di PGA Tour su una macchina persino fin troppo potente (ASUS GS30). Le specifiche consigliate infatti sono alla portata di un gran numero di giocatori, rendendolo tra le altre cose anche facilmente accessibile:

Requisiti consigliati (non minimi)

  • Sistema operativo: Windows 7×64 / Windows 8.1×64 / Windows 10×64
  • Processore: Intel Core i5-4670 CPU @ 3.40GHz o equivalente
  • Memoria: 8 GB di RAM
  • Scheda video: AMD Radeon HD 7850 o NVIDIA GTX 660 with 2GB video RAM
  • DirectX: Versione 11
  • Memoria: 12 GB di spazio disponibile
  • Scheda audio: DirectX Compatible Sound Device

Sempre su PC è giocabile anche con mouse e tastiera. Nei filmati di presentazione si vedono alcuni campioni o testimonial giocarci con controller, e in effetti per simulare il movimento della mazza e per gestire telecamera e direzione del colpo le levette analogiche potrebbero tornare utili. L’accoppiata mouse e tastiera si rivela comunque funzionale. Con il mouse in sostanza simulate lo swing (il movimento base) imprimendo potenza e precisione al tiro. Di conseguenza se ne avete uno con DPI regolabili potreste trovare l’impostazione giusta per giocare alla grande.

In definitiva PGA Tour 2K21 è davvero un ottimo gioco, sempre che siate interessati allo sport protagonista! Le modalità di gioco sono tante, l’editor permette di creare o scaricare campi sempre nuovi, c’è spazio per l’online e anche per imparare qualcosa visti i tutorial e gli aiuti in gioco, difficile chiedere di più. E non pensate che sia banale: spesso i giochi relativi agli sport un po’ meno famosi (ovvero tutto ciò che non è calcio, sigh…) vantano una qualità complessiva inferiore ad altri tripla A.

Se foste interessati all’acquisto, oltre alle edizioni fisiche dedicate a PS4 e Xbox One, PGA Tour 2K21 è disponibile anche su Stadia, su Nintendo Switch e su PC tramite Steam. Il prezzo è lo stesso su tutte le piattaforme: 59,99€.

Su alcuni dei link inseriti in questa pagina SmartWorld ha un’affiliazione ed ottiene una percentuale dei ricavi, tale affiliazione non fa variare il prezzo del prodotto acquistato.

  • L0RE15

    Oggi cone oggi WGT la fa da padrone in merito sl golf, ed ha una base gratis. Vediamo come si comporta questo: ansioso di testarlo visto che i più blasonati li ho giocati tutti nel corso degli anni (escludendo gli arcade o quelli per bambini).

    • Poi fammi sapere cosa ne pensi!

      • L0RE15

        Peccato non ci sia una versione demo: sarebbe stato interessante avere anche solo una buca da provare prima di buttarci dentro 60 euro che, se risulterà schifezza di gioco, son soldi buttati via…

        Posso dire che gli ultimi capitoli (ormai l’ultimo è datato 2014) di “Tiger Woods”, non mi sono piaciuti per nulla e, già all’epoca, WGT tutta la vita…