I possibili piani futuri di Ubisoft, tra Assassin’s Creed e Switch

Giorgio Palmieri

L’analista Daniel Ahmad ha condiviso alcuni aggiornamenti sul suo profilo Twitter circa le risposte date da Ubisoft ai propri investitori, da cui emergono alcuni dettagli sui possibili piani futuri dell’azienda francese.

In particolare, le dichiarazioni girano attorno ad Assassin’s Creed Origins, protagonista di ottime vendite, che, stando alle stime, potrebbero nel tempo persino doppiare quelle di Syndicate, il precedente capitolo ambientato a Londra. Inoltre, a quanto pare, anche il Season Pass sta andando bene: ed infatti, alla domanda degli investitori su un eventuale nuovo capitolo della serie in uscita nel 2018, il CEO Yves Guillemot avrebbe risposto così:

Siamo concentrati sullo sviluppo dei contenuti post-lancio di Origins. È tutto quello che possiamo dire al momento.

Due più due fa quattro, e sia le vendite di Origins che quelle del Season Pass sono molto positive, dunque non ci stupirebbe vedere un piano di supporto espanso, magari con un’espansione più grande di quelle già annunciate, anche se le indiscrezioni sembrano voler dare per certa l’esistenza di un nuovo episodio.

Acqua in bocca anche per quanto riguarda i titoli in via di sviluppo su Nintendo Switch. Ecco la dichiarazione:

Faremo altre cose in futuro [per Nintendo Swtich], ma non possiamo parlarne nello specifico al momento.

Almeno abbiamo la certezza che qualcosa bolle in pentola: del resto, dopo il successo di Mario + Rabbids: Kingdom Battle, è lecito aspettarsi nuovi giochi sull’ibrida di Switch da parte di Ubisoft.

Via: IGN Italia