Troppo pochi i 20 videogiochi inclusi in PlayStation Classic? Aggiungerne altri è un gioco da ragazzi

Edoardo Carlo Ceretti È bastato poco per scoprire che il sistema di sicurezza della piccola console di Sony è aggirabile facilmente e che si possano far partire altri giochi tramite una semplice memoria esterna USB.

Una settimana fa, Sony ha lanciato anche sul mercato italiano la sua piccola e adorabile PlayStation Classic, celebrando il 24esimo compleanno della console che ha rivoluzionato il mondo dei videogiochi. Molto più di un semplice cimelio per collezionisti, la piccola PlayStation ha però un limite: sono soltanto 20 i giochi inclusi che, a fronte della sconfinata ludoteca della console originale, non ha potuto che scontentare molti fan. Ma tutti sapevamo che la storia non sarebbe finita lì.

Come già fu in occasione del lancio delle versioni Classic Mini di NES e SNES di Nintendo, anche la piccola console Sony è subito finita fra le grinfie degli appassionati di hacking, pronti a tutto pur di aprire le porte di PlayStation Classic a tanti altri giochi. È facile però immaginare il loro stupore quando si sono accorti che il sistema di cifratura del software fosse decrittabile per mezzo di una chiave già contenuta nella console stessa. Come rubare le caramelle ad un bambino.

LEGGI ANCHE: Recensione PlayStation Classic

Morale della favola, già da ora è possibile creare una memoria esterna USB, grazie all’aiuto del software libero e gratuito BleemSync, da cui far partire tutti i giochi che si vogliono, andando a colmare le lacune che la selezione di soli 20 giochi porta con sé. Non è azzardato ipotizzare che, nel prossimo futuro, sarà possibile inserire giochi aggiuntivi nella stessa memoria interna della console, ma a pochi giorni dal lancio ufficiale di PlayStation Classic, gli smanettoni possono già ritenersi soddisfatti.

Via: Liliputing