Ecco il primo video hands-on di Apple Arcade! (video)

Roberto Artigiani

I colleghi del sito 9To5Mac sono riusciti ad accedere in anteprima a una versione in via di sviluppo della piattaforma di cloud gaming di Apple. Si tratta di un accesso privilegiato riservato agli impiegati di Cupertino e il test che trovate a fine articolo è stato fatto usando un MacBook Pro 2019 aggiornato all’ultima beta di macOS Catalina. Inoltre finché iOS 13 non sarà lanciato in autunno, i pochi fortunati autorizzati a provare Apple Arcade dovranno sborsare 0,49$ al mese.

L’accesso ad Arcade comunque avviene tramite un tab dedicato sull’App Store e prima di iniziare a giocare bisogna identificarsi col proprio Apple ID e scaricare in locale il titolo scelto. Il download cambia in dimensione a seconda del tipo di gioco e degli asset necessari. Al di là di questi dettagli tecnici, la prova ha coinvolto sei titoli: Way of the Turtle, Down in Bermuda, Hot Lava, Kings of the Castle, Sneaky Sasquatch e Frogger in Toy Town.

LEGGI ANCHE: Apple Arcade vs. Google Stadia, un confronto sensato?

Tutti i giochi sono disponibili in questa prima versione anche se ognuno ha un livello di sviluppo diverso. Infatti bisogna pensare che si tratta di versioni in corso d’opera basate su una piattaforma ancora in divenire, perciò non bisogna pensare che rappresentino come appariranno davvero quando i lavori saranno completati. Ad ogni modo per ammirare Apple Arcade in azione vi basta far partire il video qui sotto, le immagini valgono più di mille parole, come si dice.

Il filmato e la prova nel complesso comunque non diradano alcuni dubbi sulla qualità dei titoli presenti sulla piattaforma, sull’uniformità dell’esperienza utente tramite diversi dispositivi e sulle effettive performance. Tuttavia siamo sicuri che il prezzo a buon mercato e la fluidità mostrata da alcuni dei giochi faranno ben sperare orde di giocatori.

Fonte: 9To5Mac
  • James Raynor

    È facile fare 100 giochi se iniziano ad inserire giochi di m©®da così… Spero che il catalogo si arricchisca di qualche titolo più interessante altrimenti non ha proprio senso… Se ci saranno 5 titoli decenti e 95 riempitivi buonanotte…