Project xCloud di Microsoft debutta ad ottobre su Android con Halo 5, Gears 5 e altri 2 giochi

Lorenzo Delli Purtroppo non in Italia.

Il servizio di gaming in streaming di Microsoft, conosciuto al momento con il nome Project xCloud, diventerà di “pubblico dominio” durante il mese di ottobre. Ci sono però alcune limitazioni, a partire dalle piattaforme su cui sarà possibile testare il servizio: solo ed unicamente Android.

Ci sono purtroppo anche limitazioni geografiche: solo i cittadini statunitensi, inglesi e sud-coreani potranno utilizzare i loro smartphone e tablet Android per godersi titoli tripla A in mobilità. Ma di quale “versione” di Project xCloud si tratta? Il servizio di streaming di casa Microsoft non offrirà solo una modalità alla Google Stadia per intenderci, ovvero streaming di videogiochi presenti fisicamente sui server di casa Microsoft. Permetterà anche di trasformare la propria Xbox in un server a cui accedere da remoto tramite i dispositivi mobili per giocare ai titoli installati.

LEGGI ANCHE: La Founder’s Edition di Google Stadia è sold-out!

Questo primo test riguarderà solo la modalità Stadia anche, se da quanto confermato da un portavoce di Microsoft, i test per l’altra modalità del servizio  potrebbero iniziare comunque durante il mese di ottobre. Gli utenti che avranno a disposizione uno smartphone o un tablet con almeno Android 6.0 o superiori, Bluetooth 4.0 e un pad Xbox One, avranno accesso a 4 videogiochi tramite Project xCloud: Halo 5: Guardians, Gears 5, Killer Instinct e Sea of Thieves. Un mix di single player e di multiplayer quindi, in modo da stressare il servizio in entrambe le modalità di utilizzo. Nel caso qualcuno ci stesse seguendo dagli Stati Uniti o dal Regno Unito può provare a segnarsi qui per accedere a Project xCloud.

I vari giocatori saranno fatti accedere ad ondate al servizio, e piano piano, nel corso dei prossimi mesi, Microsoft continuerà ad aggiungere utenti alla fase di prova. Il fatto è che non c’è una vera e propria timeline: per quanto ne sappiamo i test potrebbero durare anni.