Project xCloud: da oggi arriva in Italia il gaming in streaming secondo Microsoft!

Matteo Bottin - L'accesso sarà graduale, ma è un inizio!

Le cose si sono mosse, e in fretta: appena qualche settimana fa Microsoft aveva aperto le registrazioni per la preview di Project xCloud in Italia, e oggi è arrivata comunicazione ufficiale secondo la quale l’azienda da oggi 5 maggio ad inviare i primi inviti alla preview del servizio nel nostro Paese.

L’accesso sarà graduale, aumentando i partecipanti con il corso del tempo. Non siamo solo noi italiani ad avere questo privilegio: Germania, Francia e Paesi Bassi stanno già ricevendo gli inviti, mentre con noi ci saranno anche Belgio, Danimarca, Finlandia, Irlanda, Norvegia, Spagna e Svezia. Ovviamente se vi siete già iscritti potreste avere maggiori chance di essere inclusi nella prima ondata di inviti.

In collaborazione con il team di Microsoft Azure, stiamo monitorando attivamente l’impatto del COVID-19 sulle prestazioni di internet in Europa Occidentale e crediamo di poter procedere con il lancio dell’anteprima di Project xCloud all’interno della regione in maniera responsabile, utilizzando misure graduali. Infatti, abbiamo deciso di adottare un approccio ponderato per ogni Paese, inizialmente consentendo l’accesso a un numero limitato di partecipanti per poi aumentarne il numero nel corso del tempo, per evitare di sovraccaricare indebitamente la larghezza di banda del Paese. Siamo davvero entusiasti che nuovi giocatori in Europa Occidentale possano unirsi al divertimento, provare Project xCloud e contribuire a creare il futuro dello streaming dei videogiochi.

Catherine Gluckstein, GM & Head of Product di Project xCloud

I requisiti necessari per l’accesso a Project xCloud sono un account Microsoft e un Xbox gamertag, dal punto di vista “software”, mentre dal punto di vista hardware avrete bisogno di:

  • Un Account Microsoft e un Xbox gamertag. Se al momento non disponi di un Account Microsoft o di un Xbox gamertag, puoi crearne uno al seguente link.
  • Uno smartphone o tablet Android con sistema operativo Android 6.0 o versioni successive con Bluetooth versione 4.0.
  • Un controller wireless per Xbox One abilitato per il Bluetooth. Se non si è sicuri che il proprio controller Xbox One supporti il Bluetooth, è possibile fare riferimento a questo articolo di supporto.
  • Accesso a Wi-Fi o connessione dati mobile che supporti una velocità di download di 10Mbps, simile al video streaming. Se si utilizza una connessione Wi-Fi, si consiglia una connessione a 5Ghz.

LEGGI ANCHE: Gli utenti chiedono e Google risponde: Meet si arricchisce di quattro interessanti novità

Per maggiori informazioni vi consigliamo di leggere il nostro precedente articolo dedicato alla preview di Project xCloud e di fare un salto sulla pagina ufficiale di Microsoft dedicata all’iscrizione al progetto. Lì troverete tutte le informazioni necessarie.

Aggiornamento

Abbiamo parlato della notizia anche nel nostro podcast, SmartWorld News

Ascolta “05/05 – Nest Wifi, Project Xcloud e il dominio di Chrome” su Spreaker.