PS5: in tutto il mondo non c’è più traccia di una singola unità, lo dice Jim Ryan

Federica Papagni

Sono passati 10 giorni (e solo 4 per noialtri) dall’uscita della PS5 e il boom delle vendite è stato così selvaggio che allo stato attuale delle cose nell’intero mondo non esiste più una singola unità disponibile.

Potrebbe sembrare esagerato, ma purtroppo non lo è. A rivelare la nefasta notizia che farà dispiacere chi non è riuscito ancora ad aggiudicarsi la console next-gen è stato lo stesso Jim Ryan, CEO di Sony, che ha dichiarato al giornale russo TASS le seguenti parole:

“Tutto è stato venduto. Assolutamente tutto è stato venduto. Ho speso gran parte dell’ultimo anno ad assicurarmi che potessimo generare sufficiente domanda per il prodotto. E ora, in qualità di dirigente, devo spendere ancora più tempo ad assicurarmi di aumentare l’offerta per venire incontro a quella domanda.”

LEGGI ANCHE: Iniziano ufficialmente i lavori sulla serie TV di The Last of Us

Analizzando le parole pronunciate possiamo denotare il grande sforzo, lavoro e desiderio di esaudire i desideri di quanti più appassionati videogiocatori possibile che il CEO, e la società nella sua interezza, ha investito nel processo di produzione della PS5. Ma non è comunque tempo per lasciarsi pascere sugli allori. Infatti, all’orizzonte c’è comunque l’impegno di cercare di offrire quanto prima possibile nuovi stock, così da soddisfare quanti non sono riusciti ad acquistarla. D’altro canto già da tempo era nota la possibilità, ribadita dallo stesso CEO, di rimpinguare le scorte della console sia prima che dopo Natale.

Non ci resta quindi che attendere ulteriori sviluppo e sperare che realmente tali progetti vengano rispettati, perché in fin dei conti… quanto sarebbe bello trovare sotto l’albero un grande pacco colorato contenente la macchina di Sony?

Video Recensione PS5

Via: Eurogamer
  • Marco

    Per chi non lo avesse ancora chiaro sono strategie di marketing, come ha fatto anche Nvidia. Ne distribuiscono poche alla volta così si esauriscono e ne aumenta il valore percepito dalle persone, in realtà nei loro magazzini centrali le scorte ci sono.

    • Pi

      ???

    • Sonk Daniele

      smettila di dire cazzate comunista

    • G0L3M

      Vero, le scorte ci sono, ma solo nei magazzini/stanze di chi sta ignobilmente speculando sull’assoluta mancanza di console in commercio.
      La tua tesi falla in svariati punti:
      1) non prende in considerazione che esiste anche una console concorrente ed è facile che la frustrazione porti l’utente ad acquistare quest’ultima anche per mera rivalsa o per portare qualcosa sotto l’albero.
      2) Sony ha un mercato di oltre un centinaio di milioni di clienti, cosa che Nvidia non può vantare per le sue schede: sono prodotti diversi per clientela diversa con marketing diverso.
      3) L’errore di Sony è stato quello di non anticipare la presentazione ed i relativi preorder: non puoi presentare un prodotto a settembre e pretendere una produzione massiccia in soli 2 mesi in piena pandemia.
      4) Non avere cosole sotto Natale è una sciagura per Sony, essendo il periodo dove si massimizzano le vendite dell’anno, se fosse strategia, sarebbe alquanto suicida.

  • Pi

    Marco chi te l ha detto a te??