8.0

Another Lost Phone – E allora sei scemo due volte! (recensione)

Giorgio Palmieri -

Recensione Another Lost PhonePerdere il cellulare è senz’altro tra le dieci cose più brutte che vi possano mai capitare, insieme al mal di pancia mentre si sta salendo le scale di un palazzo alto sei piani, con un colloquio di lavoro proprio all’ultimo.

Another Lost Phone: Laura’s Story immagina un caso alla stregua del suo predecessore, A Normal Lost Phone, uscito ad inizio anno e recensito sulle nostre pagine: l’incipit si basa nuovamente sul ritrovamento di un telefono smarrito, questa volta di una persona diversa, nell’età e nelle aspirazioni.

LEGGI ANCHE: Recensione A Normal Lost Phone

Posto che frugare nei contenuti altrui significa violare la privacy, il titolo in questione utilizza questo mezzo narrativo per veicolare un messaggio d’importanza sociale. Ecco la nostra recensione.

Video Recensione Another Lost Phone

I concetti esposti nei paragrafi a seguire li trovate nella video-recensione, con i filmati tratti dalle nostre sessioni di gioco su NVIDIA Shield Tablet K1.

Prossima volta starò più attento

Another Lost Phone emula ancora una volta l’interfaccia di un vero e proprio smartphone, rigorosamente Android vista la personalizzazione applicata, per raccontare una vicenda identica nelle modalità di narrazione al precedente capitolo, ma diversa nella tematica.

Se nel primo avevamo a che fare con l’accettazione di se stessi, in Another Lost Phone sono le relazioni a ricoprire il nucleo nevralgico della storia, attorno al quale orbitano tutta una serie di sfaccettature che non possiamo, né vogliamo, svelarvi in alcun modo.

La storia ritrae la vita, le amicizie e gli eventi che hanno portato alla sparizione di Laura, una ragazza ventiseienne come tante altre.

Gli eventi, pur essendo frutto di fantasia, si ispirano a fatti realmente accaduti, pertanto l’intera trama è pregna di meccanismi riconducibili alla realtà. Difficile parlarne senza cadere nell’anticipazione sgradita: possiamo però dirvi che tra i messaggi, gli appunti e le e-mail spiccano informazioni utili sia ai fini ludici che didattici, perché serviranno sì a bucare la sicurezza del telefono per svelare appunto il mistero della scomparsa della ragazza, ma anche a tratteggiare il contorno di alcuni argomenti di attualità sociale.

Invero, la formula investigativa innalzata dall’originale ha perso una piccola parte della sua magia, soprattutto perché gli enigmi, eccezione fatta per uno in particolare, sono molto semplici, e le soluzioni vengono letteralmente spalmate in faccia.

Tuttavia, collegare gli elementi delle diverse applicazioni, dei messaggi e delle foto rimane un’esperienza di lettura unica nella sua specie: all’interno della scrittura traspare un chiaro intento istruttivo, che scade solo quando deve svelarvi le password o dei codici, visto che lo fa in maniera troppo plateale.

La longevità si attesta quindi sull’ora e mezza, esattamente come il predecessore, ma tutto dipenderà dalla vostra abilità di scovare le chiavi d’accesso.

L’interfaccia poi è rimasta immutata nelle funzionalità, a parte qualche piccola aggiunta, come la gestione attività: l’applicazione “appunti” poteva essere sfruttata meglio, magari consentendoci di poter effettivamente salvare delle note.

Il ritorno del lettore multimediale invece non può che essere gradito, ed è stato rimpolpato con otto nuovi brani, alcuni dei quali troveranno spazio nella playlist giornaliera di molti videogiocatori.

Chiudiamo l’analisi informandovi che Another Lost Phone è disponibile da oggi su Android e PC al prezzo di 2,99€, mentre su iOS ha un costo pari a 3,59€: inutile ripetere che il gioco dà il meglio di sé su uno smartphone per ragioni a dir poco lapalissiane.

8.0

Giudizio Finale

Recensione Another Lost Phone  Giudizio Finale – Le talentuose ragazze di Accidental Queens sfoggiano un modo ormai consolidato di raccontare una storia, col quale riescono ad identificarsi alla perfezione, e questo Another Lost Phone non è altro che una seconda conferma. La peripezia di Laura è un mezzo per esprimere solidarietà sociale al mondo, e per mettere in luce certi comportamenti tra le relazioni umane. E il messaggio funziona: funziona perché a cena, l’altro giorno, mentre addentavamo un panino, la nostra testa pensava a quella giovane donna e a tutte le altre che hanno vissuto, e stanno vivendo, una situazione simile. Siamo convinti che lo farete anche voi.

PRO CONTRO
  • Intimo e intenso, dall’inizio alla fine…
  • Lettura e videogioco, in un solo viaggio
  • Tema tremendamente attuale
  • … ma anche molto breve
  • Non tutti gli enigmi brillano in quanto ad inventiva


App-Store-badge

Play-Store-badge

Steam Badge

Recensione Another Lost Phone – Trailer

Recensione Another Lost Phone – Screenshot