Far Cry New Dawn è sostanzialmente Far Cry 5, e non c’è nulla di male! (recensione)

Lorenzo Delli

Recensione Far Cry New Dawn – Come un fulmine a ciel sereno Ubisoft a dicembre annunciò Far Cry New Dawn, nuovo capitolo della prolifica serie Action FPS che sarebbe arrivato sul mercato poco più di due mesi dopo. Perché annunciarlo e lanciarlo dopo così poco tempo? Perché lanciarlo ad un prezzo di gran lunga inferiore a quello solitamente previsto per i classici titoli tripla A? Semplice: si tratta di uno spin-off della serie (sulla falsa riga di Far Cry 3: Blood Dragon) che non solo si propone come una sorta di seguito di Far Cry 5, ma che di fatto condivide con Far Cry 5 la maggior parte degli elementi di gioco, dalla grafica alle meccaniche gameplay. Ed è così negativa come cosa? Parliamone!

Editore Ubisoft
Sviluppatore Ubisoft Montreal
Piattaforme PS4, Xbox One, PC Windows
Genere Action FPS
Modalità di gioco Singolo giocatore, multi giocatore (online)
Lingua Italiano

Video Recensione Far Cry New Dawn

La nostra video recensione di Far Cry New Dawn è realizzata con spezzoni gameplay tratti dalle nostre sessioni di gioco su PS4 Pro e va a riassumere i concetti espressi nei seguenti paragrafi. Buona visione!

Hope County, 17 anni dopo

Se di Far Cry 5 avete visto tutti i finali o comunque anche solo quello più “scontato” saprete che le cose non sono andate molto bene, non solo per la contea del Montana, ma per tutto il mondo. Sta di fatto che c’è stato un conflitto nucleare (non esattamente correlato agli eventi di Far Cry 5) che ha ovviamente colpito anche gli Stati Uniti, e ci ritroviamo appunto 17 anni dopo nella stessa contea nei panni di un nuovo personaggio, il comandante di un gruppo di persone che gira i vari stati con l’obiettivo di aiutare i sopravvissuti a ricostruire il paese.

Il problema è che a Hope County imperversano i Guerrieri della Strada, un gruppo di fuorilegge alla Mad Max capitanati da Le Gemelle, i nuovi villain della storia. L’obiettivo, manco a dirlo, è quello di sgominare la banda, far fuori Le Gemelle e gli altri ostacoli in cui incapperemo e aiutare il più possibile i sopravvissuti di Hope County nella ricostruzione. Banale? Sì. Scontato? Sì. Il cast non brilla particolarmente, tanto meno la trama che non ha grosse sorprese se non più collegamenti di quanto ci aspettassimo con Far Cry 5. Derivativo? Assolutamente sì, specialmente se avete giocato al capitolo appena citato.

Ma che male c’è? Nessuno. Vediamo di spiegarci. Vi è piaciuto Far Cry 5? Vi siete divertiti durante le scorribande a Hope County giocando sì la storia ma perdendo anche tempo con missioni secondarie, saccheggi e le varie attività secondarie sparse per la mappa di gioco? Se la risposta è sì, e tra le altre cose vi siete anche stufati di giocare a Far Cry 5, Far Cry New Dawn è un’ottima scusa per affrontare una nuova storia, una mappa rivisitata (purtroppo ridotta per dimensioni), nemici nuovi di zecca e tutto quello che ci si potrebbe aspettare da uno spin-off che appunto condivide lo scheletro di gioco con il predecessore. Non c’è niente di male insomma. È palesemente un titolo indirizzato ai fan del capitolo precedente, che viene lanciato sul mercato ad un prezzo di gran inferiore proprio per i motivi già citati finora.

Vi ricorda qualcuno?

Ci sono anche delle novità? Sì. La serie Far Cry, così come un’altra famosa serie Ubisoft che non importa citare, sta lentamente subendo una svolta sempre più ruolistica. Non è solo per la creazione del personaggio e per le varie abilità, già presenti in Far Cry 5. Già dal primo scontro a fuoco si vedono comparire a schermo i numeri relativi ai danni e le relative barre della vita, quasi come se ci fossimo risvegliati in una sorta di Borderlands senza cel-shading. Le armi stesse hanno statistiche che vanno ad influenzare proprio i numeri a cui abbiamo appena fatto cenno.

Di conseguenza anche i nemici reagiranno in modo diverso ai colpi. Sempre meno FPS quindi, poiché di fatto il gioco terrà conto del vostro livello e della tipologia di arma a vostra disposizione. Ben presto imparerete ad interpretare il grado di rarità degli oggetti e, soprattutto, dei nemici che vi trovate davanti. Nemici sempre più potenti saranno quindi impossibili da battere senza aver prima accumulato “esperienza” nel mondo di gioco. Per quanto riguarda l’intelligenza artificiale troviamo anche qui vari elementi in comune con Far Cry 5. Anche qui gli avversari si organizzano, con nemici picchiatori che ci caricano in corpo a corpo, artiglieri che ci rendono la vita difficile al sicuro dalle loro postazioni, cecchini e così via. Occhio anche alla fauna, caratterizzata anche in questo caso da specie aggressive

C’è poi la gestione dell’insediamento, denominato Propserity, che grazie all’etanolo che riusciremo a recuperare dai nemici ci permetterà di modificare altre statistiche del personaggio (dall’efficacia delle cure ai punti ferita), di sbloccare nuovi oggetti da craftare o veicoli sempre migliori. Non mancano poi i compagni di squadra, con dinamiche simili al precedente capitolo (e con il ritorno di qualche vecchia conoscenza), e le Spedizioni.Queste ultime sono missioni extra che esulano dalla mappa di gioco. Saremo portati verso scenari differenti a bordo di un elicottero. È anche possibile giocarle in cooperativa a fianco di un amico (online), così come il resto della campagna, ma come al solito è l’host a guadagnarci di più.

Torniamo a Hope County. Il mondo di gioco, seppur ridotto da un punto di vista di dimensioni e anche un po’ meno vivo (sai com’è, dopo un conflitto nucleare… ), ha il suo perché. Si nota l’influenza dei Guerrieri della Strada un po’ ovunque, e anche flora e fauna sono mutate radicalmente. Torniamo poi a citare Mad Max (o anche RAGE 2, visto lo stesso filmato sarcastico rilasciato da Bethesda tempo fa) per via dello stile che caratterizza nemici, armi e veicoli. In definitiva il look post-atomico super-colorato funziona e diverte. Su PS4 Pro l’esperienza di gioco scorre fluida senza intoppi. A corredo ci sono sempre una buona colonna sonora e un doppiaggio italiano che soffre non tanto per la qualità della recitazione, quanto più per le continue ripetizioni di battute da parte di alcuni personaggi.

8.0

Giudizio Finale

Recensione Far Cry New DawnGiudizio Finale – Far Cry New Dawn è un prodotto alquanto peculiare. È palesemente indirizzato a chi se l’è spassata a Hope County, e allo stesso tempo si allontana sempre di più da quelli che sono i canoni della serie, quasi Ubisoft volesse sperimentare possibili novità per il futuro. Sta di fatto che, tolta la componente ruolistica sempre più marcata e una mappa di gioco ridotta, New Dawn sa intrattenere con gli stessi elementi di gioco di Far Cry 5. Il tutto è confezionato in un mondo ben caratterizzato, accompagnato da una longevità più che discreta (grazie anche alle spedizioni) e da un prezzo di lancio ridotto rispetto ad un classico titolo tripla A.

PRO CONTRO
  • Svolta ruolistica sempre più marcata…
  • Hope County è sempre bella e variegata
  • Buona longevità e rigiocabilità
  • … che rischia di allontanare i fan storici della serie
  • Mappa ridotta rispetto a Far Cry 5
  • Trama e personaggi non brillano

Screenshot