7.0

Fruit Ninja VR – Piccoli chef Tony crescono (recensione)

Giorgio Palmieri - Dai la frutta, togli la frutta.

Recensione Fruit Ninja VR – Da grandi successi derivano semplici idee, e Fruit Ninja è l’emblema di questa tesi. All’epoca, nel non troppo lontano 2010, affettare la frutta trascinando il proprio dito sullo schermo si rivelò essere un’esperienza tanto divertente quanto stimolante, alla faccia dei detrattori per partito preso.

A sei anni di distanza dopo l’edizione per smartphone e tablet, arriva quella per PlayStation VR, ed è proprio ciò che potete facilmente immaginare con un po’ di fantasia, dolori alle braccia compresi. Scopriamo insieme Fruit Ninja VR nella recensione completa.

Attenzione: Fruit Ninja VR su PSVR ha un bug che riduce pesantemente, senza reali motivi, la velocità di uscita della frutta, arrivando persino ad azzerarla in alcune circostanze. Per risolverlo, bisognerà impostare la lingua inglese direttamente nelle impostazioni della PlayStation. Se il problema dovesse persistere, scegliere l’inglese anche nel gioco. Una patch per risolvere questa situazione dovrebbe essere in dirittura d’arrivo.

LEGGI ANCHE: DiRT Rally anche su PSVR

Video Recensione Fruit Ninja VR

I concetti espressi nei paragrafi di questo articolo sono racchiusi nel video a seguire, che include spezzoni tratti dalle nostre sessioni di gioco su PS4 Pro.

Una mela al giorno…

Mettiamo subito in chiaro che Fruit Ninja VR necessita di almeno un Controller Move per poter giocare, ma averne due è assolutamente consigliato. Di vitale importanza è lo spazio, a meno ché non vogliate farvi male, e se ve lo diciamo ci sarà un motivo (sì, abbiamo ancora la mano destra dolorante).

Nel gioco, i Move diventano delle spade, con le quali bisognerà fare a pezzi angurie e manghi, stando seduti o in piedi, e simulando fendenti, come se li steste eseguendo nella vita reale. L’obiettivo è lo stesso della versione mobile: tagliare la frutta, non farla cadere ed evitare a tutti i costi le bombe. Poche regole per un gameplay che funziona ancora molto bene, specie sulla realtà virtuale.

fruit-ninja-1

La fisica restituisce sensazioni concrete, grazie anche alla possibilità di far rimbalzare banane, mele e quant’altro utilizzando il piatto della lama, o di infilzare più frutti contemporaneamente, a mo’ di spiedino, per poi rimuoverli con l’altra katana, come dei veri professionisti del taglio.

L’offerta contenutistica è composta da quattro modalità: Arcade, in cui è necessario accumulare punti in un minuto di tempo, che comunque è possibile estendere mediante i potenziamenti raccolti nella partita: c’è la Classica, dove si gioca ad oltranza finché non si affetta una bomba, o non si colpiscono tre frutti; la modalità Zen, invece, è quella più rilassante, senza bombe; infine la Sopravvivenza ci permette di giocare contro degli elicotteri spara frutta, e bisogna evitare che questa cada a terra.

Riassumendo, le quattro modalità sono molto simili tra loro, poiché lo scopo è sempre quello di ottenere punti e scalare le classifiche cercando di effettuare quanti più attacchi critici, ovvero tagliare la frutta a metà con precisione, e colpi concatenati possibili. Il tracciamento delle spade è quanto di più fedele si possa chiedere, fattore che aumenta notevolmente il grado d’immersione, aiutato da un comparto audiovisivo semplice ma accattivante, ripreso in larga parte dalla versione mobile, specie gli effetti sonori.

fruit-ninja-4

Peccato che il gioco sia effettivamente poco generoso in termini di contenuti: c’è solo un livello, un tipo di katana e praticamente nessun sbloccabile, pertanto potrete stancarvi subito, e non avere abbastanza stimoli nel riprenderlo dopo lo stupore iniziale.

State certi che è uno di quei prodotti che tirerete fuori nelle serate con i vostri amici, perché riesce ad abbracciare tanto l’immediatezza quanto il coinvolgimento, ma la ripetitività e la poca varietà alimentano l’elemento noia in maniera considerevole, tanto che il costo di 16,99€ ci è sembrato un tantino elevato nel rapporto quantità/prezzo. Vi informiamo che il gioco è disponibile anche su PC al costo di 14,99€ ed è compatibile con HTC Vive e Oculus Rift.

7.0

Giudizio Finale

Recensione Fruit Ninja VR  Giudizio Finale – Fruit Ninja VR è una buona trasposizione su realtà virtuale dell’originale concept di Halfbrick Studios. Infatti, rimbalzare, infilzare e colpire la frutta non è mai stato così immersivo, ma i pochi contenuti e una certa monotonia di fondo, insieme, tendono a spezzare il divertimento offerto dai primi istanti di gioco. Prendetelo in considerazione se avete amici con i quali condividere l’esperienza, magari in una serata a tema VR.

PRO CONTRO
  • Tracciamento delle spade fedele alla realtà
  • Nuove, gradite aggiunte alla formula originale
  • Offerta contenutistica risicata
  • Inevitabilmente ripetitivo

Recensione Fruit Ninja VR – Trailer

Recensione Fruit Ninja VR – Screenshot