8.0

INSIDIA, il MOBA a turni tutto italiano non è niente male, ed è anche gratuito! (recensione)

Lorenzo Delli

Recensione INSIDIA – A costo di suonare monotoni (concedetecelo, di tanto in tanto), quando parliamo di giochi italiani lo facciamo sempre con una certa punta d’orgoglio. E l’orgoglio è fortunatamente ben riposto, perché INSIDIA è un prodotto intelligente, forse acerbo sotto alcuni punti di vista, ma comunque meritevole dell’attenzione di quella fascia di utenza che sa divertirsi con scontri 1 vs. 1 online che richiedono una certa dose di strategia e di ingegno. Gli sviluppatori sono i ragazzi di Bad Seed, già conosciuti per Sheep UP, Sleep Attack e The Beggar’s Ride. Vediamo quindi cosa propone INSIDIA e perché lo abbiamo definito un prodotto intelligente.

Editore Bad Seed
Sviluppatore Bad Seed
Piattaforme PC (Windows, macOS, SteamOS)
Genere Strategia
Modalità di gioco Multi giocatore (online)

Non è facile essere originali

Per come è strutturata attualmente l’industria videoludica è estremamente difficile risultare originali, specialmente se si cerca di collocarsi in un un genere come quello dei MOBA e derivati in cui persino un “colosso” come Epic Games è riuscita a fallire (Paragon dal 26 aprile chiuderà i battenti). Bad Seed ha fatto quindi una scelta coraggiosa gettandosi a capofitto nello sviluppo di un gioco come INSIDIA che tra l’altro, a differenza di un classico MOBA, sfrutta dinamiche a turni che potrebbero portare a pensare che l’azione sia più lenta.

C’è un solo campo di battaglia, ma prenderci dimestichezza non è così banale.

Gli sviluppatori lo descrivono come un gioco tattico di duelli veloci e frenetici. Si parte assemblando una squadra di quattro campioni a scelta tra i dieci disponibili al momento del lancio ufficiale. I personaggi fanno parte di un mondo fantasy post-apocalittico: la lore è appena accennata ma Bad Seed ci sta lavorando, come testimoniano anche le bellissime miniature che hanno proposto su Kickstarter comprensive di ampie descrizioni degli eroi. Una volta scelti i quattro eroi dovrete attendere uno sfidante (a meno che non scegliate di esercitarvi contro la CPU), per poi calarvi nell’unico campo di battaglia attualmente disponibile.

Già dal poco che abbiamo detto finora emergono le prime “carenze”, ma torniamoci tra poco. Il campo di battaglia è uno dei grandi protagonisti del gioco: non si limita infatti ad offrire classici percorsi, minion o torri di difesa, ma tutt’altro. Ci sono vari punti strategici, come nodi in cui il giocatore potrà evocare uno dei quattro eroi, altri che vi permetteranno di generare e raccogliere energia, e punti speciali il cui scopo è quello di farvi vincere la partita. A riguardo di questi ultimi punti, un altro dei punti di forza di INSIDIA è da ricercarsi nel fatto che è possibile vincere in più modi.

La sezione centrale, se mantenuta per più turni, permette di spianare la strada per l’invasione della base avversaria.

I turni di gioco sono simultanei. Ad ogni turno il giocatore potrà decidere se evocare uno dei propri eroi su uno dei punti di evocazione, dove farlo muovere ed eventualmente quale abilità utilizzare, o altrimenti decidere come muovere e quale abilità attiva far utilizzare ad uno degli eroi già evocati. La simultaneità rende il tutto più imprevedibile, così come le abilità passive di ogni eroe. Anche se ad ogni turno è possibile utilizzare un solo personaggio, durante l’esecuzione delle azioni (secondo un’alternarsi dettato dalla barra dell’iniziativa posta in alto) ogni eroe, se possibile, utilizzerà la sua attività passiva causando reazioni altrettanto imprevedibili. Usare le abilità e resuscitare eroi costa poi energia, e i nodi a cui abbiamo fatto cenno prima sono quindi essenziali per raggiungere la vittoria, anche perché uno dei metodi per vincere o perdere è far terminare o terminare l’energia residua rendendo impossibile l’utilizzo di abilità vitali e il riportare in vita gli eroi.

Anche i quadrati al centro, quelli che compongono un “+” giallo per intenderci, sono fondamentali per aprirsi la strada verso la sconfitta dell’altro giocatore. Un eroe posizionato lì permetterà di fare fuoco con il cannone particellare, abbattendo uno dei cancelli della base nemica. Nelle basi sono presenti altri nodi: un eroe posizionato su questi può usare l’abilità Sabotaggio e vincere definitivamente il match. Potremmo stare ore a discutere delle meccaniche del campo di battaglia e delle interazioni che permettono le varie abilità dei personaggi: ce ne sono alcune che permettono di attirare i nemici a sé, scalzandoli ad esempio dal punto centrale; altre che fanno danno ad area anche ai membri della propria squadra (perdere per il friendly fire mal calcolato è all’ordine del giorno, anche per via della simultaneità dei turni); altre ancora che curano, che fanno danni dopo un certo numero di turni e così via. Da notare poi che utilizzare un eroe in un turno rende impossibile utilizzalo anche nel turno seguente.

Il cannone abbatte le difese delle basi, ma non è facile da attivare.

Anche se c’è una sola mappa e gli eroi disponibili sono solo dieci, le combinazioni possibili sono sufficienti a garantire che le partite siano tutte diverse tra loro. Le partite stesse durano poco più di 10 minuti, permettendo nell’arco di un’ora di lanciarsi in più e più match, imparando anche dagli errori o dalle tattiche degli avversari. Torniamo quindi a quanto detto prima, ovvero alle carenze del titolo. Una mappa e dieci eroi sono, come già accennato, pochi, ma dobbiamo per forza prendere in considerazione due punti: primo, INSIDIA è un titolo gratuito; secondo, INSIDIA punta al mondo competitivo.

Potete scaricare INSIDIA gratuitamente da Steam e giocare quanto diavolo volete senza limitazioni di tempo. Dovrete sbloccare alcuni eroi, e le skin prevedono l’utilizzo di una valuta acquistabile tramite microtransazioni, ma al di là di questo nessuno vi obbliga a spendere niente. Il pay-to-win è quindi da escludersi del tutto, il che ci porta diretti diretti al discorso competitività. Nel mondo videoludico i giochi competitivi sono sempre più protagonisti della scena, e anche Bad Seed, con il suo INSIDIA, vuole proporsi in questo campo. I pochi eroi e l’unica mappa garantiscono il giusto bilanciamento. A tal proposito segnaliamo che la software house ha stretto accordi con Faceit, la piattaforma indipendente per le competizioni a livello professionale di giochi multiplayer appunto del calibro di League of Legends, DOTA 2 e Counter-Strike: Global Offensive. E c’è anche un canale Discord ufficiale!

Una brutta situazioni: due nemici in base da cacciare prima che utilizzino l’abilità Sabotaggio.

Un rapido cenno anche al comparto tecnico. Carino lo stile grafico, così come il design dei personaggi (vi invitiamo nuovamente a visionare la campagna Kickstarter a tal proposito). Il gioco risulta estremamente leggero, e i requisiti hardware indicati su Steam lo confermano ulteriormente. Peccato solo per le musiche, poco varie e incisive, ma siamo sicuri che anche a tal proposito INSIDIA non potrà che migliorare anche grazie al supporto della community e all’eventuale utilizzo delle microtransazioni previste.

8.0

Giudizio Finale

Recensione INSIDIA – Giudizio Finale – INSIDIA, come affermato nell’introduzione, è un gioco intelligente, che cerca di innovare un genere introducendo meccaniche sufficientemente originali e bilanciate. Non è un prodotto perfetto: i contenuti di gioco al momento scarseggiano, ma ogni titolo appartenente a questa tipologia nasce da una base solida, talvolta limitata, per poi espandersi con criterio in modo da mantenere intatto il pilatro attorno a cui ruota il tutto, ovvero un gameplay bilanciato che metta appunto ogni giocatore sullo stesso piano.

Il fatto poi che sia gratuito è un enorme punto a favore: provarlo non costa nulla, e rimanere affascinati dalle sue dinamiche e dalle possibili combinazioni e strategie è davvero facile. Da non sottovalutare poi la presenza di una community attiva su Discord, la partnership con Faceit, la classifica globale da scalare e il supporto degli sviluppatori che introdurranno sicuramente nuovi contenuti già dalle prossime settimane.

PRO CONTRO
  • Meccaniche profonde
  • Completamente gratuito
  • Strizza l’occhio alla scena competitiva
  • È italiano… ma è assente la lingua italiana
  • Pochi eroi, una sola mappa

Recensione INSIDIA – Trailer

Recensione INSIDIA – Screenshot