7.5

LocoRoco 2 Remastered – Squadra che vince non si cambia (recensione)

Giorgio Palmieri -

Recensione LocoRoco 2 Remastered – Che prima o poi dovesse spuntare anche una versione rimasterizzata di LocoRoco 2 era già nell’aria da tempo: dopo il primo capitolo, già analizzato sulle nostre pagine, torniamo quindi a parlare delle creature gelatinose di Sony proprio grazie al seguito, giunto su PS4 in una veste rinfrescata per l’occasione.

Editore Sony
Sviluppatore SCE Japan Studio
Piattaforme PS4
Genere Platform
Modalità di gioco Singolo giocatore

Non aggiustare ciò che non è rotto

LocoRoco 2 Remastered è un seguito che più classico non si può, oltre ad essere un’operazione di restauro delle più semplici che si possano trovare oggigiorno, specie sugli scaffali virtuali.

La struttura di gioco, i controlli e le dinamiche sono identiche al predecessore, motivo per il quale vi sarà sufficiente dare una lettura alla nostra precedente recensione per conoscere la base ludica del prodotto, che ricordiamo essere un videogioco di piattaforme dove il giocatore assume il controllo del pianeta, e potrà inclinarlo per far rotolare i LocoRoco sul terreno.

L’interazione si divide poi in due opzioni: è possibile, in ogni momento, scuotere il pianeta per far saltare la creaturina, insieme all’eventualità di dividere la singola entità in tante più piccole, o di fare il contrario, a seconda della situazione, con la pressione di un solo tasto, così da superare spazi stretti, o distruggere pareti pericolanti grazie alla propria massa.

Nel dettaglio di questa seconda incarnazione, però, nulla è stato stravolto, né in meglio, né in peggio, con una grafica portata al massimo della propria bellezza espressiva, con il supporto ai 1080p su PS4, e al 4K su PS4 Pro: i colori brillano, le forme danzano, il suono inebria le orecchie, all’interno di uno spettacolo zuccherino che quasi lo si guarda con una punta di piacevole disagio, specie se siete dei videogiocatori navigati.

La risoluzione delle cinematiche rimane la stessa dell’edizione PSP, bassa e sgranata, come già visto in tante operazioni di restauro condotte da Sony, alla stregua di Patapon o PaRappa The Rapper. Lo stacco dalle scene di gioco ai filmati è tangibile, e mostra, ancora una volta, la natura parzialmente sacrificata della rimasterizzazione.

Tuttavia, ciò che questo seguito sfoggia con fierezza è il nuovo set di livelli, ai quali va riconosciuta una rinnovata complessità nel design, che mira ad esaltare l’aspetto musicale del peculiare gameplay platform: adesso, si paleserà di tanto in tanto un minigioco, in cui bisognerà premere i tasti a tempo per permettere ai LocoRoco di cantare la loro melodia, come nei più comuni rhythm game.

L’utente andrà ad esalare queste piccole chicche nel tempo, simpatiche aggiunte che vanno a rimpolpare un’esperienza indicata soprattutto a chi, ai tempi, non ne ebbe (giustamente) abbastanza dell’edulcorato mondo di LocoRoco.

7.5

Giudizio Finale

Recensione LocoRoco 2 Remastered – Giudizio FinaleLocoRoco 2 Remastered è una riproposizione scontata alla quale sono collegati tutti gli stilemi utilizzati nelle recenti operazioni di restauro firmate Sony: filmati in bassa risoluzione, grafica di gioco ripulita con supporto al 4K per PS4 Pro, supporto ai trofei e null’altro, al prezzo di 14,99€. Tanto vi basta per (ri?)mettere le mani sul seguito dal sapore “more of the same” di uno dei platform più bizzarri di sempre.

PRO CONTRO
  • Gameplay sempreverde, con qualche aggiunta gradita
  • Nuovi livelli dal design più complesso
  • Grafica ripulita, dolcissima in 4K
  • Inevitabile sensazione derivativa
  • Filmati d’intermezzo sgranati

Recensione LocoRoco 2 Remastered – Trailer

Recensione LocoRoco 2 Remastered – Screenshot