Resident Evil 7: “Nessun Eroe” e “Fine di Zoe”, che doppietta! (recensione)

Giorgio Palmieri -

Recensione RE7 Nessun Eroe + Fine di Zoe – E così, anche Resident Evil 7 ha la sua Gold Edition, a nemmeno un anno dal suo arrivo sugli scaffali: l’uscita dell’edizione in questione, che comprende tutti i contenuti rilasciati sino ad ora, coincide con la pubblicazione dei due nuovi DLC, freschi di sviluppo. Potevamo forse esimerci dal provarli? La domanda ovviamente è retorica, quindi scoprite di che pasta sono fatti nella nostra recensione.

Editore Capcom
Sviluppatore Capcom
Piattaforme PS4, XB1, PC
Genere Horror
Modalità di gioco Singolo giocatore

Video recensione RE7 Nessun Eroe + Fine di Zoe

I concetti espressi nei paragrafi di questo articolo sono racchiusi nel video a seguire, che include spezzoni tratti dalle nostre sessioni di gioco provenienti da PS4 Pro e PSVR.

Nessun Eroe

Nessun Eroe è un episodio aggiuntivo gratuito per tutti i possessori di una copia di Resident Evil 7, che vede lo storico Chris Redfield tornare in campo per mettere la parola fine sulle vicende della famiglia Baker. In realtà, il contenuto extra va ad ampliare l’arco narrativo di un’avventura, quella della storia principale, che si regge già benissimo in piedi da sola.

Non a caso, da un punto di vista prettamente narrativo c’è poco, e il tutto si basa su una semplice premessa: bisogna infiltrarsi nei condotti minerari che Lukas Baker utilizza per i suoi loschi scopi, capire cosa ha in mente di fare, stanarlo, e uscire illesi con meno perdite possibili. Non tutto andrà come previsto, del resto stiamo parlando di Resident Evil e non di una dolce fiaba, e dovremo affrontare i micomorfi ancora una volta, comprese delle particolari varianti, tra cui si distinguono quelle immuni ai colpi normali, e sensibili solo alle speciali munizioni centellinate, sparse di tanto in tanto negli ambienti.

Quel che ne viene fuori è un viaggio nell’oscurità della durata di circa due ore e mezza, che riesce però a delineare un ottimo ritmo con delle belle trovate, a metà tra l’azione e l’orrore, valorizzando in particolar modo la fisicità e la forza del nostro personaggio: infatti, Chris non solo dispone di un buon arsenale tra granate, fucile e pistola sin dai primi istanti, ma può persino sconfiggere i nemici storditi tirando pugni incredibili.

La struttura si focalizza su una base centrale nella quale è possibile salvare la partita, conservare gli oggetti in cassa, e accedere alle varie zone che compongono la macro area della mini-espansione: sebbene siano tutte apparentemente accessibili, addentrarsi nei meandri delle stanze senza il giusto potenziamento non è cosa saggia, oltre ad essere impossibile. Un modulo per abilitare la visione notturna potrà, ad esempio, permettervi di visitare luoghi del tutto privi di luce, ma chiaramente gli espedienti non raggiungono mai la loro piena realizzazione, e si fermano in superficie.

Trattandosi di un extra minore, Nessun Eroe dunque non può puntare in alto, eppure rimane un extra divertente e non avaro di sorprese, e ammettiamo di esserci stupiti più di una volta, contrariamente alle nostre ciniche previsioni.

Fine di Zoe

Con Fine di Zoe si cambia totalmente musica, perché qui Capcom si è divertita nel sperimentare con le possibilità di gameplay offerte da Resident Evil 7, e la cosa non ci è dispiaciuta affatto, nonostante possa sembrare assurda di primo acchito.

Joe fa affidamento esclusivamente sui suoi pugni, tramite i quali potrà mettere al tappeto i micomorfi. Alternando i due grilletti è possibile inanellare una combo, che dovrà essere dosata proprio perché lascerà scoperto il robusto protagonista. La parata arriva dunque in nostro soccorso, utile per ammortizzare una parte del danno, insieme alle uccisioni furtive: basta infatti sgattaiolare dietro alle spalle di un mostro per spappolarlo in men che non si dica.

Qualche collezionabile non manca, e tra questi si distinguono delle lance per far fuori gli alligatori, delle bambole voodoo capaci di incrementare in maniera permanente il potere d’attacco, larve per recuperare la vita e dei reagenti attraverso cui realizzare bombe artigianali, soluzioni mediche e poco altro.

Del resto, non ci sarebbe proprio il tempo materiale per approfondire l’esperienza: infatti, Fine di Zoe finisce – perdonate il gioco di parole – in un’ora e mezza circa, estasiando continuamente il giocatore, e lasciandolo, tuttavia, in balia della tristezza: se solo fosse costato di meno, o se solo fosse più longevo, adesso non staremmo qui a mettervi in guardia, visto il prezzo, un pelino esagerato, di ben 14,99€, almeno se preso singolarmente.

Parentesi tecnica

Il nostro test si è quasi del tutto consumato su PSVR, dove rimproveriamo qualche sbavatura nelle texture, saltuariamente in bassa risoluzione, e, soprattutto, nella costruzione delle animazioni dei colpi ravvicinati.

Nei panni di Chris, tra il pugno e la collisione si palesa una dissolvenza abbastanza fastidiosa, mentre con Joe il tutto è più armonioso, eccezion fatta per i filmati, dove le braccia del protagonista potrebbero staccarsi dal corpo, un difetto comunque già riscontrato nel gioco base in VR.

Giudizio Finale

Recensione RE7 Nessun Eroe + Fine di Zoe  Giudizio FinaleNessun Eroe e Fine di Zoe chiudono in bellezza l’epopea di Resident Evil 7. Uno omaggia un personaggio storico e stimola la curiosità per i futuri capitoli; l’altro sperimenta con il gameplay, uscendo dai canoni dell’orrore e producendo una mini-avventura fuori dalle righe, ma davvero originale e spassosa, sebbene possa deludere coloro che sono alla ricerca dell’ansia e della paura. Entrambi i contenuti devono sottostare ad una longevità molto bassa, che non fa spiccare il volo né a una, né all’altra, ma se Nessun Eroe è proposto gratuitamente e si può giustificare, in Fine di Zoe si percepisce la natura sacrificata nonostante la vendita a prezzo tutt’altro che economico. Ciò nonostante, li consigliamo caldamente a chiunque sia in possesso di Resident Evil 7, anche se attendere uno sconto è una scelta saggia. In ogni caso, la nuova Gold Edition rappresenta un acquisto eccezionale, vista la qualità eccelsa del pacchetto complessivo.

PRO CONTRO
  • Nessun Eroe è gratuito e sfoggia un ottimo ritmo…
  • Fine di Zoe è divertente, fuori alle righe e non ha paura di uscire dagli schemi…
  • DLC giocabili completamente in VR
  • … peccato duri appena due ore, facendo desiderare di più
  • … ma finisce in un’ora e mezza, costa troppo e potrebbe deludere gli amanti del survival horror

Recensione RE7 Nessun Eroe + Fine di Zoe – Trailer

Recensione RE7 Nessun Eroe + Fine di Zoe – Screenshot