7.0

Space Hulk: Deathwing – Enhanced Edition: “escono dalle ******* pareti!” (recensione)

Lorenzo Delli -

Recensione Space Hulk: Deathwing – Enhanced Edition – Disponibile da qualche giorno su PS4 per la prima volta, Space Hulk: Deathwing è un titolo con tanto potenziale, specialmente per gli appassionati dell’universo di Warhammer 40,000, ma che al momento del suo sbarco su PC Windows tramite Steam non riscontrò il favore della critica e del pubblico pagante per una serie di problemi non da poco.

Focus Home Interactive e Streum On Studio hanno concentrato le forze per rilasciare questa nuova Enhanced Edition, disponibile come aggiornamento gratuito per i “vecchi” acquirenti PC e come nuovo gioco stand alone per PS4 (su Xbox One per il momento non arriverà). Cosa offre di nuovo questa particolare edizione, e come se la cava su console questo sparatutto in prima persona che ci proietta in una enorme e ovviamente pericolosissima Space Hulk? Scopriamolo insieme!

Editore Focus Home Interactive
Sviluppatore Streum On Studio
Piattaforme PC, PS4, Xbox One
Genere FPS
Modalità di gioco Singolo giocatore | Multi giocatore
Lingua Inglese
Prezzo e acquisto 39,99€ (PC) | 36,90€ (PS4)

Quando si parla di questa Enhanced Edition bisogna purtroppo fare due discorsi ben diversi per quanto riguarda l’edizione PC e quella console. Già all’epoca della sua uscita, Deathwing era un titolo esoso in quanto a requisiti, o meglio, l’ottimizzazione non era delle migliori con conseguenti problemi di vario genere. Questa Enhanced Edition è tutta un’altra storia, e finalmente su PC restituisce un comparto grafico all’altezza delle aspettative e tutto quello che ci aspettava già dal lancio del titolo.

La versione dedicata a PS4 invece, per forza di cose, è castrata graficamente. Per forza di cose perché l’hardware di cui è dotata la console di Sony non riesce a spingere sull’acceleratore quanto un PC, anche se il discorso sarebbe ben più ampio. Ad essere più corretti infatti sarebbe meglio dire che il gioco non è stato ottimizzato per console, e di conseguenza è stato effettuato un downgrade grafico che in molte situazioni si fa notare. Lo screenshot che trovate qui di seguito è stato catturato su PS4 Pro, e il risultato complessivo è diverso da quello che si può osservare nella gallery che trovate in fondo all’articolo (screenshot della versione PC). Il frame rate poi non aiuta: giocarlo a 60 fps su PC e tutta un’altra storia.

C’è un altro problema che affligge la versione dedicata a PS4: il comparto controlli. Bisogna farci l’abitudine, perché ci sono alcuni comandi come quelli relativi alla gestione degli ordini da impartire ai membri della squadra che potrebbero mettervi in difficoltà nei momenti più concitati. In generale poi prendere la mira con le levette analogiche non è così banale, anche perché sembra del tutto assente una sorta di mira assistita di solito presente sugli FPS dedicati a console. Nulla vi vieta di concentrarvi sulle armi corpo a corpo, ma nel caso di bersagli lontani dovrete affidarvi o ai poteri psionici del protagonista Blibliotecario o alla squadra.

Ma a questo punto vi starete chiedendo che tipo di gioco è Space Hulk: Deathwing. Se proprio non lo conoscete, e non masticate l’universo di Warhammer 40,000, vi ci dovreste approcciare unicamente se vi piacciono gli FPS “hardcore“. Da questo punto di vista il gioco risulta piuttosto divertente: prenderete il controllo di una squadra di Space Marine, per la precisione un gruppo scelto appartenente all’Ala della Morte del capitolo degli Angeli Oscuri. Grazie alle potenti armature Terminator, un pugno di uomini è in grado di affrontare intere orde di Xeno (alieni di vario genere). Nel gioco “abborderemo” una Space Hulk, una enorme astronave antica piena di segreti ed eresie, in questo caso invasa da Genestealer, alieni appartenenti alla razza dei Tiranidi.

Affronteremo quindi missioni a difficoltà crescente che ci vedranno esplorare varie tipologie di ambientazioni, dai corridoi stretti a enormi sale, che ovviamente nasconderanno pericoli dietro ogni angolo. Un po’ come se fossimo in Aliens, ci saranno alieni che sbucheranno dalle pareti, e il nostro radar ci servirà solo per capire se effettivamente c’è qualcosa in avvicinamento, senza specificare la quantità o la tipologia di nemici. Mixando il tutto con condizioni di luminosità variabile e con rumori ambientali studiati per mettere ansia, va da sé che Deathwing è un titolo indirizzato ad una categoria specifica di giocatori.

Detto questo, cosa offre in più questa Enhanced Edition rispetto alla versione base uscita su PC oramai diverso tempo fa? Per cominciare ci sono le missioni speciali, delle missioni che si sbloccano procedendo lungo la campagna che ci riportano nelle stesse location ma con obiettivi e con un grado di difficoltà diversi. Ad esempio non sarà possibile aprire i portali, l’unica via di fuga verso un porto sicuro che ci permette di recuperare fiato dopo combattimenti particolarmente complessi.

Ad accoglierci troveremo anche un arsenale espanso, da sbloccare procedendo appunto nella campagna singolo giocatore e da usare anche nella modalità multigiocatore, e la possibilità di utilizzare la classe del Cappellano, un’alternativa al classico Bibliotecario, armato della mazza da guerra denominata Crozius Arcanum. Non mancheranno poi nuovi (e mortali) nemici e abilità inedite da sbloccare con i punti guadagnati a fine missione.

 

7.0

Giudizio Finale

Recensione Space Hulk: Deathwing – Enhanced Edition – Giudizio Finale – Sarebbe più corretto dare due voti, uno dedicato alla versione PC, l’altro a quella console. In ogni caso, consigliamo la versione console (quindi quella per PS4, visto che quella per Xbox One sembra essere stata cancellata/rimandata a data da destinarsi) solo ed esclusivamente a chi è realmente appassionato all’universo di Warhammer 40,000 e cerca un’esperienza piena di lore. Tenete però in considerazioni il downgrade grafico e una qualità complessiva sicuramente inferiore alla controparte PC.

Per quanto riguarda la versione PC Windows acquistabile su Steam, ci sentiamo di consigliarlo anche a chi è in cerca di uno sparattutto in prima persona complesso e stratificato che mette in campo ben più di uno spara-spara a masse di alieni di turno. Giocarlo a 60 o più fps, con dettagli grafici al massimo, con un bel paio di cuffie e magari con poca luce ambientale ha davvero il suo perché. In tutto ciò c’è anche da considerare il prezzo di lancio, 39,99€, inferiore a quello proposto per i più classici titoli tripla A. E se trovate qualcuno con cui affrontare il multigiocatore in co-op anche meglio, ancora più divertimento assicurato!

PRO CONTRO
  • Perfettamente immerso nell’universo di Warhammer 40,000
  • Un’edizione completa sotto molti punti di vista
  • Graficamente appagante su PC
  • Downgrade grafico su PS4
  • Livello di difficoltà elevato, non per tutti
  • Non è facile trovare giocatori per il multiplayer

Recensione Space Hulk: Deathwing – Enhanced Edition – Screenshot

Recensione Space Hulk: Deathwing – Enhanced Edition – Trailer

POTREBBE INTERESSARTI