Resident Evil 8: si parla di visuale in terza persona, uscita dopo RE 3 Remake e altri golosi dettagli

Lorenzo Delli

Resident Evil 2 a pochissimi giorni dal suo lancio è già riuscito a vendere oltre 3 milioni di copie, un ottimo traguardo sia per la saga che, in generale, per un remake. E a quanto pare proprio il folgorante successo di Resident Evil 2 potrebbe andare ad influire sul proseguo della saga.

Evil VR, un account Twitter creato da svariati mesi da una (o più?) persona vicina a Capcom che si è rivelato abbastanza affidabile tweettando informazioni a riguardo della demo e della telecamera di gioco di RE2, ha pubblicato ultimamente alcune informazioni particolarmente interessanti su Resident Evil 8.

LEGGI ANCHE: Anthem: un interessante cocktail di generi e ambientazioni

Vista la “deriva” del settimo capitolo era lecito aspettarsi l’utilizzo della telecamera in prima persona, ma, come accennato, proprio il successo di Resident Evil 2 potrebbe cambiare le carte in tavola. Ecco quanto riportato da Evil VR:

  • Resident Evil 8 sarà ambientato in un’isola abbandonata che, ovviamente, ospiterà un laboratorio segreto
  • La storia dovrebbe basarsi sulle indagini a riguardo della creazione di Eveline (RE7)
  • A rendere più complicato il tutto ci saranno le Allucinazioni, che faranno confondere i giocatori su ciò che è reale o no
  • Capcom al momento non sa se renderlo un gioco principale (RE8 appunto) o uno spin-off
  • Visto il successo di RE2, questo capitolo sfrutterà la telecamera in terza persona
  • Lo sviluppo di RE8 sarebbe cominciato nel 2018, a lavorarci al momento c’è un team composto da pochi elementi
  • RE8 verrà lanciato dopo il remake di Resident Evil 3
  • Capcom al momento non è interessata ai remake di RE4, 5 e 6
Via: Eurogamer.itFonte: Evil VR