Secondo questo brevetto, PSVR 2 non sarà solo per la VR (confusi?)

Matteo Bottin

PS5 arriverà a fine 2020, ma con essa non dovrebbe esserci alcuna nuova versione del PlayStation VR (PSVR). Sony non abbandonerà la realtà virtuale, ma significa che per poter mettere le mani sulla nuova versione del visore dovremo aspettare un po’.

Questo brevetto sembra però darci qualche interessante informazione sul nuovo visore in sviluppo (chiamato forse PSVR 2?): innanzitutto questo sarà completamente wireless (anche se dovrebbe usare il Bluetooth). Addio ai fili insomma, con tutti i vantaggi (e svantaggi) del caso.

Troviamo poi una coppia di fotocamere sulla parte frontale ed una sul retro, mentre ogni controller simil-PS Move sarà dotato di una fotocamera aggiuntiva. Sebbene non si tratti di una soluzione del tutto nuova, è interessante la loro applicazione: esisterebbe una modalità nel brevetto chiamata “vista trasparente“.

Questa Vista permetterebbe di usare il visore non più per la realtà virtuale, ma per la realtà aumentata: ogni schermo proietterebbe una immagine diversa ricavata dalle fotocamere frontale (creando un effetto 3D stereoscopico) e sarebbe in grado di inserire informazioni nel mondo reale.

Come al solito, parliamo di un brevetto, e come tale dev’essere preso con le pinze: non è detto che le informazioni riportare avranno riscontro reale in un prodotto videoludico. Certo è che un visore del genere farebbe proprio gola.

Via: Gaming Bolt