Sekiro: Shadows Die Twice sarà più difficile di Dark Souls e Bloodborne

Lorenzo Delli O almeno così sostiene Hidetaka Miyazaki, presidente di From Software nonché autore della serie Dark Souls e Bloodborne

Sekiro: Shadows Die Twice, il nuovo souls-like multipiattaforma firmato From Software e Activision previsto per l’inizio del 2019, potrebbe dimostrarsi ancora più difficile dei suoi predecessori. C’è chi, vedendo il primo trailer mostrato da Sony sul palco dell’E3 2018, ha avuto qualche dubbio in merito, ma è lo stesso Miyazaki, autore della serie Dark Souls (e di Bloodborne) nonché presidente di From Software ad avere qualcosa da ridire a riguardo.

In un’intervista rilasciata a GameSpot, Miyazaki assicura che Sekiro: Shadows Die Twice potrebbe, se possibile, essere ancora più difficile dei suoi predecessori. Il livello di divertimento, continua Miyazaki, varierà da giocatore a giocatore: dipende quindi dal vostro approccio alle battaglie, da quanto avete voglia di imparare posizionamenti e punti deboli dei nemici affrontati, da quanto tempo passere ad osservare, a scoprire. Esplorare le mappa tridimensionali vi permetterà magari di scoprire nuovi mezzi per affrontare i vostri avversari.

LEGGI ANCHE: I Saldi Estivi di Steam sono qui: ecco una selezione degli sconti più golosi

Ci sarà spazio anche per i giocatori più sbrigativi: chi vorrà menare di santa ragione con la propria katana avrà a che fare con un gameplay molto più intenso e diretto, con un livello di sfida maggiore rispetto ai precedenti titoli firmati From Software. Fan dei souls-like, dormite sonni tranquilli: Sekiro: Shadows Die Twice, almeno sulla carta, promette particolarmente bene!

POTREBBERO INTERESSARTI