Sony, in calo la distribuzione della PS5 a causa della crisi dei semiconduttori

Complessivamente la nuova console di Sony ha venduto 17,2 milioni di unità
Sony, in calo la distribuzione della PS5 a causa della crisi dei semiconduttori
Antonio Lepore
Antonio Lepore

Nell'ultimo trimestre finanziario conclusosi il 31 dicembre 2021, Sony ha spedito soltanto 3,9 milioni di PS5, un dato sì in rialzo rispetto al trimestre precedente (3,3 milioni di console spedite), ma ancora lontano dai risultati ottenuti nello stesso periodo dalla PS4 (che toccò quota 20 milioni). La causa di questi numeri, tuttavia, è piuttosto semplice da individuare: la Sony è ancora alle prese con le difficoltà scaturite dalla crisi dei semiconduttori.

Per quanto riguarda i dati più complessivi, fino ad ora Sony ha venduto 17,3 milioni di PS5, quasi 3 milioni in meno rispetto alla PS4 dopo un anno e mezzo dall'uscita. C'è da premettere, però, che la PS4 (ad oggi ne sono state vendute 116,8 milioni di unità) si trovava facilmente nei negozi durante il suo primo anno di vendita.

A causa delle vendite ridotte, Sony ha registrato un calo dei ricavi di circa 8 milioni di dollari. Tuttavia, l'utile operativo, rispetto ad un anno fa, è aumentato di circa il 15% poiché i costi relativi alla produzione di PS5 sono stati inferiori. Infine, Sony si aspetta queste difficoltà di produzione anche nel breve periodo.

Per quanto riguarda le altre divisioni della Sony, buon trimestre per i sensori fotografici (vendite in aumento del 22%) e per i prodotti cinematografici visto che le entrate sono aumentate su base annua del 141% (complessivamente 4,02 miliardi di dollari). Il risultato è stato possibile grazie soprattutto a Spiderman: No Way Home e Venom: Let There Be Carnage.

Via: TheVerge
Mostra i commenti