Sony Interactive Entertainment Italia partner di Cinecittà Game Hub, il nuovo acceleratore di start-up gaming

Sony Interactive Entertainment Italia partner di Cinecittà Game Hub, il nuovo acceleratore di start-up gaming
Lorenzo Delli
Lorenzo Delli

Da ieri Cinecittà accoglie un nuovo acceleratore di start-up. Si chiama Cinecittà Game Hub, e, come è facile intuire, si tratta di un hub pensato per dare il via a dieci imprese di sviluppo di videogame, mettendo a disposizione le strutture e la lunga e famosa storia di successi ed esperienze nel mondo dell'audiovisivo della celebre location.

Ecco l'elenco delle 10 start-up che saranno ospitate nello speciale hub di Cinecittà e i rispettivi progetti:

  • Adalot Networks con "SATAN JR", un'avventura grafica a fumetti piena di puzzle da risolvere, enigmi improbabili e dark humour.
  • Baryonyx Games  con "Der Marsch", che racconta come durante l'epica battaglia di Stalingrado  un gruppo di soldati dell'Asse, guidati da un giovane tenente, si ribella agli ordini e smette di combattere.
  • Codemount Studio con "Mega Chickens", un gioco multiplayer di carte collezionabili online basato su un'ambientazione ironica e unica. Il gioco si avvale anche della possibilità di produrre e acquistare NFT legati ai personaggi.
  • Ghostshark con "TOPO.B", un action/adventure in pixel art e stile retrò, che dà al giocatore reminiscenze dei classici anni '80 e '90.
  • Keiron Interactive con "Movin Force", un fitness casual VR game capace di far divertire il giocatore e contemporaneamente fargli bruciare calorie.
  • Mad Pumpkins con "Movierooms", un gioco gestionale per PC e Mac OS, dove il giocatore deve gestire il proprio cinema-teatro dagli albori del Novecento facendolo evolvere fino ai giorni nostri.
  • Mav Reality con "Sephirot - il Gioco", basato su drammaturgie ipertestuali, algoritmiche e procedurali con attori e giocatori che condividono uno stesso spazio digitale.
  • Overdroid con "Hexarchia", un videogioco di guerra e strategia a turni in tempo reale ispirato agli scacchi. Le più importanti civiltà della storia si scontrano in battaglie tutti contro tutti per il dominio del mitico mondo in cui il gioco è ambientato.
  • Rednoy con "Caracoles", un running game multiplayer (locale e online) atipico, di una lentezza esilarante ma che sa essere insospettabilmente competitivo e ricco di colpi di scena.
  • Sedleo con "1348 (working title)", un action-adventure (AA) in terza persona ambientato nell'Italia medievale.

Tanti i partner a bordo del progetto, tra cui anche Sony Interactive Entertainment Italia, la divisione PlayStation tutta italiana. SIE metterò a disposizione un kit di sviluppo PlayStation e un investimento a fondo perduto, destinati a supportare una delle 10 start-up nell'implementazione del progetto videoludico elaborato nel corso dei tre mesi di attività dell'acceleratore. La selezione della start-up avverrà a seguito della partecipazione di SIE Italia al demo day, giornata in cui ciascuna start-up presenterà il proprio prototipo avanzato ad un pubblico di publisher, investitori e addetti ai lavori.

"Siamo orgogliosi di prendere parte al progetto di accelerazione Cinecittà Game Hub", ha dichiarato Marco Saletta, General Manager di Sony Interactive Entertainment Italia. "L'adesione e il contributo di SIE Italia esprimono la nostra volontà di incidere attivamente sullo sviluppo dell'industria del videogioco in Italia; da un lato supportando una start-up nel processo di implementazione del proprio prototipo; ma, soprattutto, con l'ambizioso proposito di partecipare in maniera fattiva al doveroso percorso di crescita e maturazione dello sviluppo indipendente nel nostro Paese."

Tra i partner dell'iniziativa ci sono anche l'associazione italiana di settore IIDEA, la Regione Lazio e il Ministero della Cultura-Direzione Cinema. Tra le altre realtà impreditoriali coinvolte ci sono anche Acer e Epic Games.

A coordinare le attività formative dell'Hub sarà Mauro Fanelli, (Co-founder, Direttore Creativo & CEO dello studio di sviluppo indipendente MixedBag ed ex-vicepresidente di IIDEA), che guiderà un gruppo di tutor tra cui Elisa Farinetti (Co-founder & CEO, Broken Arms Games), Luca Marchetti (Co-founder & CEO, Studio Evil), Elisa Di Lorenzo (Co-founder & CEO, Untold Games) e Daniele Azara (Head of Games & Chief Creative Director, One-O-One Games). 

Mostra i commenti