Sony brevetta un sistema per rivendere i giochi digitali “usati”!

Lorenzo Delli

I giochi digitali vanno alla grande. Su PC quasi non esiste più il mercato delle copie fisiche, e anche su Console le copie digitali vendono circa la metà del totale di giochi venduti. Ed è probabilmente anche per questo motivo che Sony Interactive Entertainment America LLC ha depositato un brevetto particolarmente interessante che coinvolge proprio le copie digitali dei videogiochi già venduti.

Il brevetto riguarda in prima istanza un metodo di “digital gifting“, ovvero per regalare copie dei videogiochi ad altri utenti tramite molto probabilmente il PlayStation Store. Una pratica piuttosto comune, già in voga su altri store quali Steam o l’App Store di Apple. Leggendo ulteriormente il testo del brevetto si parla anche di “digital trade-in”, ovvero di rivendita di prodotti digitali. Ecco un estratto in inglese piuttosto interessante:

Tradable physical collectible objects are described. In particular, systems and methods for using the tradable physical collectible objects facilitate generation of a digital copy that can be used within a network game. A user can use the digital copy and perform various modifications to the digital copy. A value can be determined for the digital copy based on the various modifications. At a later date, the user (e.g., owner) is free to give away, sell or trade the digital copy to another party in transaction with terms based on, for example, the determined value of the digital copy.

L’ultima frase è la più interessante: si parla di offrire la possibilità all’utente di vendere, di cedere o di scambiare le proprie copie digitali con terzi basandosi su termini ben precisi. È possibile ad esempio che Sony implementi un sistema su PS4 o su PS5 per valutare i giochi digitali usati (magari in base alla richiesta, al prezzo iniziale, alla data di uscita) e rimuoverli dal catalogo dell’utente in cambio di credito da spendere sullo stesso store.

LEGGI ANCHE: Apple Arcade vs. Google Stadia

Considerate comunque che i brevetti non sempre si trasformano in funzionalità concrete. Semplicemente Sony, in vista dell’ampliamento del mercato digitale (sta per uscire una Xbox One S senza lettore ottico, giusto per fare un esempio), si sta organizzando per adattarsi a quelle che sono le usanze dell’utenza. Se volete dare una sbirciata al brevetto trovate il link nella Fonte dell’articolo.

Via: GamingBoltFonte: PATFT