Shredder's Revenge riporta in vita le Tartarughe Ninja

Che bella la semplicità!
Shredder's Revenge riporta in vita le Tartarughe Ninja
Giorgio Palmieri
Giorgio Palmieri

Tutti hanno un videogioco nel cuore giocato ai cabinati, nelle sale giochi. Io, ad esempio, ho Three Wonders. Ci ho speso così tanti gettoni da bambino che, quando andavo a letto, sentivo rimbombare la musichetta nelle mie orecchie, e sognavo di finirlo come quel ragazzo sbruffone che lo riusciva a completare con un solo gettone. 

Nei cuori di tanti altri, però, c'è Teenage Mutant Hero Turtles, il videogioco delle Tartarughe Ninja dell'89 realizzato da Konami. E nell'era dei remake, sequel, reboot, prequel e compagnia bella, ne poteva forse mancare uno dedicato a loro? A dire la verità sì, visto che gli ultimi esperimenti fatti per Leonardo e compagni non hanno proprio brillato come avrebbero dovuto. I film sono andati malino (il secondo capitolo ha fatto perdere a Paramount Pictures circa 75 milioni di dollari) e l'ultima grossa produzione videoludica, Mutanti a Manhattan, si è rivelato al più passabile. Tra l'altro, arrivò dopo diversi tentativi fallimentari da parte di Activision, con due titoli pubblicati nel 2013 che scalarono le classifiche dei peggiori videogiochi di quell'anno.

È quindi Dotemu ad aver ripreso in mano le Tartarughe Ninja che, in collaborazione con Tribute Games, ha deciso di realizzare Shredder's Revenge, un nuovo titolo sulla falsa riga dei classici: di conseguenza si presenta come un picchiaduro a scorrimento con la varietà e la fruibilità di una produzione moderna, dipinto però con una splendida grafica in 16 bit. Il risultato? È una meraviglia.

È coloratissimo, vivace, divertente, è l'esatta esperienza che vuoi da un titolo da cabinato. Lo si può pure affrontare in 6 giocatori in contemporanea, scegliendo tra Leonardo, Raffaello, Michelangelo, Donatello, il Maestro Splinter e April O'Neil. Si può giocare in multigiocatore locale o online creando stanze ed invitando amici, in un'avventura che vi terrà impegnati per almeno 4 ore. Per la cronaca, il matchmaking è un po' lento su Nintendo Switch e fa fatica ad accoppiare più di 2 giocatori insieme.

Ogni personaggio può salire di livello, imparare nuove mosse, ma non è importante. L'importante, banalmente, è prendere a calci il Clan del Piede nel modo che più vi aggrada, facendo salire il punteggio e godendovi delle animazioni a dir poco splendide. Ed è lì che ho pensato "quanto è bella la semplicità", dico sul serio.

Non voglio cadere nello scontato, lungi da me. Del resto sono il primo che sta dietro e dentro Diablo Immortal, alla ricerca di capire il modo ideale per giocare senza cadere nel tranello del pay-to-win, per ottimizzare il flusso delle ricompense, studiando il metodo perfetto per completare la routine giornaliera. E invece poi Shredder's Revenge lo avvii, picchi qualcuno, vivi della sana nostalgia, e sei già soddisfatto, mentre li fuori una brezza estiva ti accarezza il viso, ricordandoti di quella tua amata sala giochi che non c'è più.

Teenage Mutant Ninja Turtles: Shredder's Revenge è disponibile su PS4, Xbox One, Nintendo Switch e PC al prezzo di 24,99€. È incluso anche in Xbox Game Pass.

TMNT: Shredder's Revenge - Trailer

TMNT: Shredder's Revenge - Screenshot

Mostra i commenti