The Last Of Us, part II: torna il multiplayer, più realismo e tanta tanta tensione

Roberto Artigiani Tutti i dettagli rivelati all'E3.

A seguire la proiezione del primo adrenalinico video di gameplay in tempo reale Naughty Dog ha rilasciato qualche dettaglio in più su The Last Of Us, part II. Prima di tutto una nota sulla data di uscita: non verrà annunciata fino all’ultimo, ossia finché il gioco non sarà praticamente pronto al lancio. Altra notizia importante è che torna il multiplayer in modalità Fazioni, su questo però non sono state rilasciate altre informazioni.

Concentrandoci sul gameplay e sul feeling di gioco Naughty Dog ha dichiarato che ci sarà molta tensione: anche se l’ambiente sarà molto grande non esisterà una zona completamente sicura e ci saranno sempre possibili minacce derivanti dagli infetti – che saranno letali e di cui vedremo nuove tipologie – e dagli antagonisti che saranno più umani e realistici.

LEGGI ANCHE: Wolfenstein Youngblood è negli anni ’80

C’è stato un gran lavoro sull’Intelligenza Artificiale per rendere i personaggi più umani. Per esempio i nemici si chiamano tra di loro per nome e se viene trovato un corpo la notizia si diffonderà rapidamente facendo accorrere rinforzi. Anche l’interazione con l’ambiente sarà più realistica per cui sarà possibile nascondersi sotto i veicoli, arrampicarsi e saltare, in più quanto si è nascosti dipenderà da quanto l’elemento ambientale ci copre davvero (es. da quanto è alta l’erba).

Lo svolgimento della storia rimarrà lineare, ma il sistema di combattimento è stato rivisto e avrà molte più opzioni: permetterà di schivare e fare leva sulle superfici. Saranno inoltre presenti più scelte per il crafting, il che si traduce per esempio in una maggiore varietà di scelta per i tipi di frecce. Insomma l’evoluzione del gioco sembra andare di pari passo con quella dei personaggi, e la cosa non ci dispiace affatto.

Via: EuroGamer