The Sandbox mette alla prova gli appassionati trasformandoli in game designer (foto)

Federica Papagni

In maniera simile a quanto precedentemente offerto da titoli come DreamsThe Sandbox è il nuovo modo per appassionati, aspiranti creativi e piccole case di sviluppo di mettersi in gioco creando dei titoli originali da porre al giudizio degli altri giocatori, arrivando persino a mettere su una propria economia basata sui videogame.

Per mettersi alla prova è sufficiente iscriversi sul seguente sito e scaricare il software Game Maker, già reso disponibile in versione Alpha: una volta entrati ci si potrà sbizzarrire nella realizzazione di un gioco utilizzando come unità di misura della propria creatività i voxel, pixel volumetrici (o se si preferisce piccoli cubi) che permettono di creare mondi e personaggi.

Il software permette di partire da un piano tridimensionale totalmente nuovo o di scegliere un’ambientazione tra quelle messe a disposizione o condivise da altri utenti, e di iniziare a modificarla e costruire la propria esperienza di gioco, anche grazie al programma VoxEdit, disponibile per realizzare i propri oggetti e personaggi o per utilizzare quelli immaginati da un gruppo di artisti 3D e grafici selezionati da The Sandbox. Successivamente si potranno stabilire le meccaniche di gioco, definire gli avatar e i personaggi non giocanti e, affinando in ogni dettaglio il livello di interattività, si potrà così dare forma a un adventure, un platform, un RPG e molti altri generi.

LEGGI ANCHE: Recensione Ratchet & Clank: Rift Apart

Per utilizzare Game Maker è necessario disporre di un wallet Ethereum, ossia un portafogli virtuale legato alla blockchain attraverso cui sarà garantita la proprietà di ogni oggetto, personaggio, costruzione o videogame, tanto quanto la compravendita ad altri utenti o ad aziende, che avverrà utilizzando la valuta digitale di The Sandbox chiamata $SAND. Ciò darà via a un mercato di videogame ed esperienze, in cui chi possiede pezzi di questo metaverse potrà costruirci sopra i propri giochi e far pagare il biglietto a chi vuole provarli o acquistarli, oppure affittare la terra digitale a chi ha creato un gioco e ha bisogno dell’ambiente in cui ospitarlo.

Sulla piattaforma sono stati pubblicati i primi videogame: il platform d’avventura e azione Tombs of Treasure, l’adventure game Shinytures: Finding the Lost Creatures, l’RPG di ambientazione fantasy Dethrone.

Immagini