The Town of Light, l’horror “da Firenze con amore” in arrivo anche su console (video)

Giorgio Palmieri "Con amore" perché è fatto con il cuore.

Quando ci si para davanti agli occhi una produzione videoludica italiana di un certo calibro, veniamo invasi da un moto di orgoglio, lo stesso che stiamo provando ora grazie a The Town of Light, titolo sviluppato e prodotto dalla società toscana LKA.

Nel videogioco si vestono i panni di Renèe, una donna che deciderà di ritornare nell’ex-manicomio di Volterra, nel quale un tempo era paziente, per scoprire alcuni retroscena della sua permanenza all’interno di quella struttura maledetta. I motivi per i quali è stata internata risiedono nel non sapere quale fosse il suo posto nel mondo, quando aveva solo sedici anni.

LEGGI ANCHE: Daymare: 1998, un progetto impressionante tutto italiano

The Town of Light è quindi un horror di stampo psicologico, dove la voce della protagonista, totalmente doppiata in italiano, vi guiderà nelle stanze del manicomio, alla ricerca dei ricordi assopiti nel tempo.

Proprio perché la storia si ispira a fatti realmente accaduti, e da sopralluoghi condotti sul campo, l’esperienza risulta essere molto genuina, nonché alquanto forte in termini visivi. È un esperimento piacevolmente folle, che potete già gustare su PC attraverso Steam, o su PS4 e Xbox One nel corso di quest’anno.