Weird West, un gioco che doveva crederci di più

Weird West prende l'atmosfera di Red Dead Redemption II e la porta su un terreno completamente diverso, tra mostri e tattica
Weird West, un gioco che doveva crederci di più
Vezio Ceniccola
Vezio Ceniccola

Se fossimo a scuola, Weird West sarebbe uno di quei classici studenti per i quali i professori direbbero: "è bravo, ma non si applica". Una frase che vuol dire tutto e niente, ma che lascia la sensazione di un'occasione mancata, una piccola – eppure percepibile – delusione emotiva. Nelle ultime settimane mi sono preso il giusto tempo per approfondire alcuni lati della sua personalità, scoprendo grandi potenzialità e altrettante sbavature. Il risultato: ho capito che Weird West mi piace, ma poteva piacermi di più, e ora vi racconto perché.

Troppi generi

Weird West è un misto di tanti (troppi) generi diversi: gioco di ruolo, azione, avventura, immersive sim, sparatutto tattico. A produrlo sono stati quei mattacchioni di Devolver Digital – gli stessi di Fall Guys e Inscryption, giusto per capirsi – mentre lo sviluppo è stato curato da WolfEye Studios, il team capeggiato da Raphael Colantonio – designer di giochi del calibro di Arx Fatalis, Dishonored e Prey.

Weird West - Screenshot (17)

Il paragone più elegante per Weird West potrebbe essere quello con Red Dead Redemption II: è abbastanza chiara l'ispirazione a livello d'atmosfera, con alcune meccaniche prese in prestito dal titolo di Rockstar Games, ma il gameplay è totalmente diverso, anche grazie alla visuale dall'alto, più tattica e meno action.

Se ancora non avete capito bene cosa sia Weird West, state tranquilli: questo è il suo primo problema. Come dicevo all'inizio, vuole fare tante cose, più di quelle che dovrebbe, dunque finisce per generare un po' di confusione nella testa dei giocatori.

Storia accattivante

Una caratteristica che ho apprezzato molto di Weird West è la sua lore, la trama raccontata in maniera frammentaria durante tutta l'esperienza di gioco. Una storia interessante, sebbene non originalissima.

Il punto di partenza è sin da subito molto avvincente: tramite un particolare rituale, una setta misteriosa riesce a far ospitare una sorta di spirito all'interno di alcuni personaggi – che saranno cinque nel corso di tutta la storia.

Questo spirito rappresenta il giocatore stesso, che dunque si troverà a impersonare cinque diversi personaggi, tutti molto diversi tra loro, ma legati da un marchio speciale.

Weird West - Screenshot (41)

I nemici sono dei disgustosi esseri paranormali, chiamati "siren" in inglese, che mangiano la carne umana ed hanno una scorza molto dura, con attacchi speciali davvero pericolosi. Seguendo le vicende di ciascun personaggio imparerete a capire chi sono i siren e perché il vostro spirito vaga da un corpo all'altro.

Attenzione, però, perché qui va segnalata un'altra pecca: il gioco non ha la lingua italiana. Per poter capire tutto in maniera degna dovrete avere un livello di inglese più che decente: ci sono frasi e termini non proprio facili da masticare se avete un inglese base.

Mondo di gioco

Weird West usa un approccio particolare per farvi esplorare il mondo di gioco, come fosse un gioco di ruolo cartaceo. La mappa è completamente navigabile, ma le aree vengono visualizzate solo in piccoli pezzi, in modo da creare tanti piccoli dungeon – o per meglio dire, tante aree limitate in cui potete muovervi e fare cose.

Per viaggiare da un'area all'altra basta andare verso il limite tratteggiato o salire a cavallo: a questo punto si apre la mappa completa e possiamo decidere dove andare. Durante il tragitto si possono fare vari incontri casuali, spesso molto pericolosi, quindi è consigliabile tenere sempre le armi cariche.

Weird West - Screenshot (30)

Nella mappa di gioco ci sono diversi biomi, tra deserti, paludi e zone coltivate. La parte più viva del gioco sono però le città, nelle quali potete andare in giro e trovare negozi, saloon, chiese, scuole e tanto altro. L'atmosfera del far west è stata ricreata con cura. Si possono passare ore e ore a visitare ogni ambiente, rovistare tra casse e armadi, osservare la vita quotidiana delle persone e degli animali.

Dopo qualche ora di gioco si accusa un po' di ripetitività, che viene comunque ben contenuta nelle aree speciali del gioco, come le ville dei ricconi o gli accampamenti dei banditi.

Libertà assoluta

La libertà del gameplay di Weird West è assoluta.

Si può entrare in qualunque edificio, si possono raccogliere quasi tutti gli oggetti visibili nello scenario di gioco, si possono utilizzare tanti tipi di armi, giubbotti, consumabili, che potete anche potenziare e creare con i giusti materiali.

Tutto ha un valore e fare soldi risulta abbastanza semplice. Nei dungeon è molto facile trovare nuove armi o materiali di valore, da rivendere nei negozi della città o negli accampamenti lungo la strada per tirare su qualche dollaro.

Weird West - Screenshot (11)

La quantità di dettagli è davvero apprezzabile. Faccio solo qualche esempio, tra quelli che ho trovato più curiosi: potete cucinare su qualsiasi fuoco, preparando vari tipi di piatti che ripristinano i punti salute; i corpi morti a terra vengono assaliti dagli avvoltoi, se non si procede alla sepoltura; ci sono vari gabinetti nei quali potete espletare le funzioni corporali; se rubate qualcosa e venite colti sul fatto, rischiate la galera.

Un aspetto fondamentale è il sistema di reputazione, che vi procurerà una certa fama ovunque andiate.

Se commettete crimini in una città, tutto il mondo di gioco verrà a saperlo e vi darà la caccia, mentre se vi comportate bene e aiutate le persone, riceverete sconti nei negozi e altri aiuti.

Weird West - Screenshot (18)

Il corso degli eventi è nelle vostre mani: è possibile uccidere tutti, anche i personaggi principali della storia. Ovviamente, fatelo a vostro rischio e pericolo, perché poi vi potreste perdere una ricca sezione di trama.

Combattimenti

Il punto debole di Weird West è quello su cui forse si puntava di più: i combattimenti. Sebbene ci siano vari tipi di armi da mischia e bombe, le armi da fuoco sono lo strumento indispensabile: ci sono revolver, fucili e shotgun a pallettoni. Se volete essere più silenziosi, potete usare anche un arco.

Esiste un vario campionario di abilità attive (specifiche per l'eroe in uso) e un altro per i perk passivi (comuni a tutti gli eroi), e sono due alberi di abilità separati.

La maggior parte sono dimenticabili: una volta capito quali sono le abilità più efficaci, probabilmente userete solo quelle per tutto il tempo.

Weird West - Screenshot (10)

Il sistema di mira non è semplice da padroneggiare. Dipende sia dall'arma che dalla posizione in cui si trova l'eroe, spesso risulta confusionario. Inoltre, anche le coperture sono poco utili, finiscono quasi sempre per impallare il nostro obiettivo e forniscono poca protezione.

Possiamo scegliere di giocare con un controller o con la combo tastiera e mouse: ho provato entrambi per ore e tuttora sono indeciso sulla scelta. Col controller ci si muove più agevolmente e tutte le abilità sono a portata di mano, ma la mira è molto più precisa col mouse. Non esiste una soluzione ottimale, e anche questo è un bel problema per la giocabilità.

Weird West - Screenshot (32)

La cosa che mi è più dispiaciuta è che l'approccio stealth serve a poco. Nella maggior parte delle missioni e all'interno dei dungeon, ci si trova quasi sempre a scatenare sparatorie tutti contro tutti, si fa prima e meglio.

Un vero peccato, perché si vede che alcune missioni sono studiate per essere completate con approcci di vario genere. Se esplorate bene, molto spesso trovate chiavi o botole per entrare in luoghi prima inaccessibili, ma è comunque più comodo e veloce ammazzare tutti e arrivare dritti al punto.

Weird West - Screenshot (36)

Tra l'altro, potete creare una posse e portare con voi due compagni, che vi daranno una mano con le sparatorie. Una cosa molto utile, anche perché i compagni sono facili da trovare in qualsiasi città, sia assumendoli al saloon che trovandoli gratis in giro per il mondo di gioco.

Ultima nota, stavolta positiva, per quanto riguarda gli elementi ambientali, che sono usati molto bene durante i combattimenti. Potete dare fuoco ai nemici, meglio ancora se lo fate in zone dove si trovano barili esplosivi o liquidi infiammabili; discorso inverso per l'acqua, che spegne le fiamme ma aumenta i danni con gli oggetti elettrificati; ci sono anche armi e creature velenose, come ad esempio i serpenti.

Giudizio e considerazioni

Ho parlato di tante cose e vi sarete accorti che Weird West è strapieno di buone idee. Non tutte sono ben sviluppate, alcune sono appena abbozzate, ma il potenziale c'è. Certo, con dei comandi più comodi e un gameplay meno confusionario staremmo parlando di un gioco ottimo, perché sia la storia che l'ambientazione sono davvero azzeccate.

Weird West può entrare a far parte della vasta collezione di piccole perle indie a marchio Devolver Digital. Non sarà la più brillante e nemmeno la più grossa, ma c'è spazio anche per una perla sporca di sabbia del deserto, per chi la sa apprezzare.

Weird West - Screenshot (40)

Prezzo e disponibilità

Weird West è già disponibile dal 31 marzo 2022 e si può giocare su PC, Playstation e Xbox. Il prezzo è pari a 39,99€ per tutte le piattaforme. Inoltre, è incluso nell'abbonamento Game Pass di Microsoft, quindi potete scaricarlo senza costi aggiuntivi se siete iscritti al servizio.

Weird West - Immagini

Mostra i commenti