Wolfenstein 3D sul Gameboy Color? Si può fare! (video)

Giorgio Palmieri C'è chi si stupisce cucinando un piatto di pasta, e chi...

Non ci sono confini nello sterminato mondo del modding. Un bel giorno, lo sviluppatore Anders Granlund ha deciso di portare Wolfenstein 3D sul Gameboy Color. Siamo abituati a vedere esercizi di stile (apparentemente) simili ma, almeno in questo caso, stiamo parlando di un port incredibilmente complesso di un gioco uscito per il modello successivo al Color, ovvero il Gameboy Advance.

Come è stato possibile? Beh, con un po’ di olio di gomito, una secchiata di pazienza e un lavoro mastodontico che ha previsto, tra le tante operazioni, una progettazione di una scheda personalizzata, costruita nella cartuccia, in grado di alimentare il comparto grafico del gioco.

LEGGI ANCHE: Doom diventa No Man’s Sky

Il risultato è stupefacente, anche perché il tutto gira su un Gameboy Color preso nel 1998. Se solo le console di oggi fossero longeve come quelle di un tempo…

Fonte: Engadget