Wolfenstein II: The New Colossus, tutto quello che vi siete persi nelle ultime settimane

Lorenzo Delli

27 ottobre 2017: è questa la data fissata da Bethesda per il lancio di Wolfenstein II: The New Colossus, secondo capitolo della saga (o meglio, del suo reboot) iniziata dalla software house MachineGames che si è già mostrato in azione varie volte nelle scorse settimane grazie a filmati dedicati, screenshot e approfondimenti.

In queste settimane di agosto Bethesda non ha si è certo risparmiata, pubblicando un bel po’ di nuovo materiale riguardante il frenetico sparatutto ambientato in un’ipotetica linea storica in cui la Germania nazista ha avuto il sopravvento. Eccovi quindi una carrellata di contenuti che potreste esservi persi in questi ultimi giorni.

Uniti nella lotta

È il più recente dei filmati rilasciati da Bethesda, e vede direttamente due degli sviluppatori del gioco parlarci nel dettaglio di Terror Billy, il soprannome del protagonista B.J. Blazkowicz, del suo futuro di padre e del conflitto con Frau Engel, derivato ovviamente dagli avvenimenti del primo capitolo.

LEGGI ANCHE: 21 cose da sapere su Wolfenstein II: The New Colossus

Proprio dal primo capitolo torneranno alcuni volti noti, come alcuni membri del Circolo Kreisau e ovviamente Anya, da cui B.J. aspetta due gemelli.

Fidati di tuo fratello!

Questo filmato fa parte di una serie di video realizzati dal publisher in collaborazione con la software house utili a mostrarci uno spaccato di quella che sarebbe la società se davvero i nazisti fossero riusciti a vincere la Seconda Guerra Mondiale.

Come possiamo imparare da questo episodio di “Un fratello per amico”, uno degli show televisivi presenti nel mondo di Wolfesntein II: The New Colossus non ci sono cose del tipo “solo un po’ di cioccolato.” Come dice Dale, il fratello maggiore, al piccolo Ronnie: “Una buona nutrizione è una faccenda di sicurezza statale”.

Non potete fermarmi!

B.J. Blazkovicz esce dal primo capitolo non proprio benissimo. Ferite su tutto il corpo e soprattutto vari traumi, derivanti dall’esplosione che vediamo appunto alla fine del primo Wolfenstein, che, almeno all’inizio del gioco, lo costringono su una sedia a rotelle. Ed è proprio su questa sedia che B.J. abbatterà i primi nazisti nei minuti di gioco che compongono il trailer, minuti piuttosto frenetici, come d’altronde il resto del gioco.

“Anche se B.J. è gravemente ferito, nessuno può spezzare la sua volontà indomita”, aggiunge il produttore esecutivo Jerk Gustafsson. “Voi vestirete i panni di B.J. Striscerete su una sedia a rotelle e inizierete a uccidere nazisti.”.

Doppi guai? Doppia potenza di fuoco!

In uno sparatutto conta soprattutto l’arsenale e il suo modo di utilizzo, e ovviamente B.J. avrà a disposizione un bel po’ di armi. Il bello però è che potrà impugnarne due alla volta, creando combinazioni uniche e devastanti. Sarà ad esempio possibile sfruttare un’arma silenziata, per un approccio stealth, affiancata da un’arma pesante se la situazione dovesse sfuggire di mano.