Xbox Series X avrà migliaia di videogiochi al lancio grazie alla retro-compatibilità

Lorenzo Delli

Jason Ronald del team Xbox ha dedicato oggi un ampio approfondimento a Xbox Series X, la console di nuova generazione di Microsoft in arrivo sul mercato verso le ultime settimane dell’anno corrente. Più nel dettaglio, Ronald ha introdotto il discorso affermando che ci sono letteralmente migliaia di sviluppatori in tutto il mondo che sono attualmente a lavoro su videogiochi di nuova generazione, alcuni dei quali resi possibili solo dalla tecnologia e dalla potenza di Xbox Series X.

I 15 team presenti all’interno degli Xbox Games Studios starebbero creando la più grande e ovviamente anche la migliore line-up di lancio dell’intera storia di Xbox. Ma l’argomento principale era un altro. Si parla infatti di retro-compatibilità e di eredità. La nostra libreria di videogiochi, i progressi, gli achievement, le comunità, tutti fattori che dovrebbero passare con facilità da una generazione all’altra di console. Idem dicasi per accessori e periferiche di qualsiasi tipo. L’obiettivo del team Xbox è proprio questo: permettere ai giocatori di accedere a versioni ulteriormente migliorate di tutti quei titoli che hanno affrontato sulle ultime 3 generazioni di Xbox, portando con sé tutta la loro eredità, fisica e digitale.

LEGGI ANCHE: Arriva Xbox Family Settings, l’app per monitorare e gestire le attività videoludiche dei più piccoli

A tal proposito, il team di Xbox Series X ha speso qualcosa come 100.000 ore di test per far sì che migliaia di videogiochi di Xbox One, Xbox 360 e Xbox siano giocabili senza alcun genere di problemi sulla nuova Series X. E non è finita qui: da oggi fino al lancio verranno accumulate altre 100.000 ore di test per assicurarsi che tutto funzioni alla perfezione e che tutti i giochi appartenenti alla vostra libreria siano perfettamente compatibili con la nuova console.

E Microsoft ci tiene a sottolineare che i giochi in questione faranno pieno uso dell’SSD, della CPU e della GPU di Series X, girando al massimo delle loro possibilità e, in alcuni casi, persino ad frame rate e risoluzioni più alte. Ovviamente grazie all’SSD si avranno anche tempi di caricamento ridotti. Ci sarà persino una nuova e innovativa tecnologia che permetterà di aggiungere il supporto all’HDR anche ai vecchi giochi, senza influire sulle performance.

Fonte: Microsoft