Le AirPods Studio sapranno riconoscere le vostre orecchie meglio di qualsiasi altra cuffia

Giovanni Bortolan

È giunto il momento di tornare a parlare delle AirPods Studio, nome fittizio coniato per indicare il possibile modello di cuffie over-ear di Apple. Dopo le voci iniziali e l’arrivo dei primi dettagli, il progetto in cantiere si arricchisce di ulteriori specifiche e impostazioni grazie agli ultimi leak scoperti da 9to5Mac.

Una delle funzionalità di rilievo della linea AirPods è sempre stata quella di rilevare in maniera istantanea il collocamento della cuffietta nell’orecchio, mettendo in pausa la musica una volta disinserita. Tale funzionalità potrebbe ripresentarsi nelle AirPods Studio, ma con qualche differenza. Le cuffie infatti sarebbero in grado di riconoscere la differenza tra il posizionamento sopra le orecchie e quello di “riposo”, ovvero quando le cuffie sono adagiate sul collo. Presumibilmente questa capacità verrà sfruttata per inserire all’interno del software nuove dinamiche di standby/play intelligenti.

Sempre a proposito di orecchie le AirPods Studio sarebbero in grado di distinguere l’orecchio destro con quello sinistro, cambiando in maniera contestuale il bilanciamento dei contenuti sonori. Niente più audio capovolto. Questa possibile caratteristica in realtà ci suggerisce anche una scelta di design: permettere alla cuffie di funzionare anche “a rovescio” infatti potrebbe essere un indizio di come la forma del padiglione in sé sia simmetrico, e quindi capovolgibile.

LEGGI ANCHE: Apple Watch Series 6: nuove conferme sul rilevamento della nostra salute mentale

Molte delle altre specifiche relative al prodotto sono già note, come la presenza della cancellazione attiva del rumore e la Transparency Mode, così come la possibile introduzione di un nuovo equalizzatore all’interno del software iOS e macOS. Le cuffie, ricordiamo, dovrebbero uscire in due varianti materiali (pelle e tessuto) ad un prezzo di circa 349$ (USA).

Fonte: 9to5mac