MediaWorld, Unieuro, Euronics, Trony ed altri store online: segnalati tanti problemi in quest’ultimo periodo

Nicola Ligas

Ci sono arrivate diverse segnalazioni nei giorni scorsi di problemi con gli ordini di MediaWorld, Unieuro e Trony fatti online. Non si tratta tanto di disservizi dei rispettivi store, quanto di problemi post-acquisto. Ordini che non arrivano o arrivano incompleti, servizio clienti difficile da contattare, recesso/annullamento impossibili.

Andando in effetti a controllare i giudizi su Trustpilot relativi a quest’ultimo periodo, veniamo accolti da una pioggia di commenti negativi: Trony ha il 79% di recensioni con una stella, MediaWorld il 77%, Euronics il 68%; l’unico sotto il 50% è Unieuro, in questo momento fermo al 47%. Non ci sono quasi vie di mezzo, si passa da clienti soddisfatti a quelli che minacciano denunce, ed ultimamente gli insoddisfatti sono in netta maggioranza. E non possiamo a questo punto nemmeno escludere che la cosa valga per altri store che non abbiamo considerato.

Leggendo i vari commenti sembra che il problema principe siano i ritardi di spedizione/consegna, dai quali poi scaturiscono le chiamate dei clienti e le risposte non sempre positive del servizio di assistenza, anche per problemi di magazzino. Capita così che i prodotti ordinati non siano poi più disponibili, nonostante il denaro sia stato prelevato, o che arrivino molto in ritardo o danneggiati. Da qui le richieste di reso/annullamento, che raramente sembrano essere tempestive.

C’è da dire che Trustpilot è da sempre una valvola di sfogo più che di lode, ma la pazienza dei clienti sembra agli sgoccioli, ed il tono veramente maleducato di certi commenti ne è la riprova, tuttavia le segnalazioni sono davvero numerose e molto diffuse, sintomo di un problema che sembra così generale che difficilmente può essere imputato ad altro se non alla pandemia in corso, che ha generato vari corto-circuito a livello di magazzino, distribuzione e consegna, dei quali il servizio clienti non è probabilmente nemmeno consapevole. Se dovessero esserci delle repliche da parte delle aziende coinvolte ve lo faremo sapere.

  • cristiano

    la maleducazione non è mai giustificata, ma uno di questi (provato da me) non ha un servizio clienti telefonico. o almeno lo ha, ma il selettore (premi 1 per…premi 2 per..) non funziona

  • M Thomson Barnes

    commento breve

    pero’ !
    a breve, venderemo la nostra ” sfera di cristallo ” al miglior offerente .

    disqus DOT com/home/discussion/mobileworldit/fare_la_spesa_senza_fare_la_fila_alla_esselunga_da_oggi_si_puo_grazie_a_ufirst/#comment-4879948430

    NOTA:
    comprendiamo la situazione e ancora condizione che sono conseguenza di quel ” COVID 19 ” ma non condividiamo l’opinione che considera quelle restrizioni [ attualmente in vigore ] come un alibi per permettersi di essere poco attenti e introdurre addetti ai lavori poco esperti, in relazione a quelle attivita’ svolte anche per ‘ comunicazione di impresa. ‘ [ insomma… questo COVID19 non deve diventare una scusa per lavorare senza metterci l’anima, senza ottenere risultati o ancora ottenendo risultati mediocri ]

  • m Arch Tom’s on Bar N Ass

    ….

  • M Thomson Barnes

  • DanMar79

    Posso solo confermare la mia pessima esperienza con Mediaworld, l’impossibilità di contattarli telefonicamente e le difficoltà nel contattare via mail o facebook. È chiaro che poi la gente per disperazione passa alle recensioni su trustpilot…anche se l’educazione non andrebbe persa. Io sto rinunciando a diverse offerte da tutti questi store per paura di avere più problemi che altro…mi metterò io cuore in pace aspettando che Amazon riapra gli assortimenti di alcuni prodotti che al momento sono davvero scarsi. Peccato perché con la chiusura di Amazon alla vendita di molti prodotti poteva essere l’occasione per loro di riprendere più piede tra i clienti ma penso proprio stia accadendo il contrario. Per me è sicuramente così: con Mediaworld mai più neanche costretto!

    • Felix✔ᵛᵉʳᶦᶠᶦᵉᵈ

      Il fatto è che Amazon ha sospeso o allungato i tempi di consegna di alcuni prodotti proprio per evitare questo tipo di situazioni. Chi non l’ha fatto si è ritrovato poi a combattere con i corrieri, sia lato rifornimento prodotti che lato consegne al cliente, oltre che con i tempi di elaborazione degli ordini per carenza di personale dovuta alle misure di sicurezza in vigore. Diciamo che ci hanno provato, probabilmente proprio nel tentativo di risicare quote ad Amazon, ma evidentemente hanno fatto il passo più lungo della gamba.

      • DanMar79

        Già…davvero un peccato però! Perchè potevano davvero recuperare qualcosa invece questa situazione ha mostrato chiaramente che questa catena non sia stata in grado di restare al passo coi tempi su vendita online, gestione magazzino e spedizioni e su assistenza al cliente… Per quanto mi riguarda spero che i miei soldi impegnati vengano sbloccati quanto prima ma su facebook leggo di persone che da tempo hanno spedizioni in corso dove il corriere dice di non aver mai ricevuto nulla da MW e MW che dice di non sapere dove si trovi il pacco…è una cosa disarmante pensando alle dimensioni di questo marchio…

        Per inciso….oggi il sito di mediaworld è down….

  • Bogdan Batura

    Dal 3 Aprile ho un ordine ancora fermo, comunicazioni quasi inesistenti ogni tanto battono le mani e ti inviano delle mail per dire non abbiamo questo o questo altro, anche se rispondi, poi Jon ti rispondono, mi è arrivata una mail che dice che forse ci siamo, ma con mediaworld nulla e certo!